­

Riguardo Lo Staff di Apotelesma

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Fino ad ora Lo Staff di Apotelesma ha creato 46 articoli del blog.

12 maggio 2018: Convegno all’Università di Genova

Di |Eventi|

12 maggio 2018

Si è svolto oggi il Convegno organizzato da Aispes (Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico), che prevedeva il seguente programma:

vvv

convegno-stravaganza-1

convegno-stravaganza-2

Convegno: La stravaganza nelle arti: genio e follia

vvv

L’evento, promosso col patrocinio della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova, ha avuto luogo nell’Aula A di Via Balbi 4; sia il titolo La stravaganza nella arti:genio e follia sia le relazioni annunciate lasciavano presagire momenti di grande spessore e così è stato. Lucia Bellizia ha presentato un saggio dal titolo Salvador Dalì o della sregolatezza che si fa arte, nel quale, dopo aver brevemente illustrato la biografia del pittore spagnolo, ne ha illustrato i tratti salienti del carattere alla luce del dettato dell’Astrologia antica.

vvv

maggio-2018

Paolo Aldo Rossi, Ida Li Vigni e Lucia Bellizia

 

Per quanto riguarda gli interventi degli altri relatori, non possiamo che sottolinearne, senza tema di smentita, la bellezza e la varietà: il tempo è letteralmente volato permettendo al pubblico, ma crediamo a tutti i convenuti, di portare via con sé qualcosa di nuovo e di prezioso. Un ringraziamento doveroso agli organizzatori, Ida Li Vigni e Paolo Aldo Rossi, per aver proposto l’evento e per aver radunato tanto parterre.

Nel corso della giornata è stato inoltre presentato il volume che raccoglie gli interventi del Convegno Lo straniero/Lo sconosciuto, che si tenne il 9 aprile 2017 nella stessa sala e al quale participò anche Lucia Bellizia.

A chi non ha potuto essere con noi oggi, ricordiamo che a breve ne saranno stampati gli Atti anche dell’odierno incontro.

XVIII Convegno Astrologico Torinese – Torino, 9 e 10 giugno 2018

Di |Eventi|

2 maggio 2018

Sabato 9 giugno dalle ore 9,00 alle ore 18,30 avrà luogo a Torino, presso l’Hotel Concord (Via Lagrange 47, a 100 m. dalla Stazione di Porta Nuova) il XVIII Convegno Astrologico Torinese dal titolo:

Astrologia delle Rivoluzioni

Organizzatrice la nota astrologa Grazia Mirti, donna di vasta cultura e non solo astrologica, che domenica 10 giugno porterà il proprio contributo, parlando per l’intera mattinata sul tema “Le Rivoluzioni nell’interpretazione astrologica: passate, attuali, future”.

Questo il programma:xxx


convegno-torino-2018-2xx

xxxx

Attiriamo la vostra attenzione inoltre sul fatto che, nel pomeriggio di domenica 10 giugno, sarà possibile visitare tutti insieme la Palazzina di Caccia di Stupinigi, capolavoro settecentesco di Filippo Juvara, di recente restaurato e riaperto al pubblico.

Qui le modalità di partecipazione al Convegno (obbligatoria la prenotazione):x

convegno-torino-2018-1xx

xxx

A questa edizione partecipa anche Lucia Bellizia con un saggio dal titolo La caduta dell’Ancien Régime, che avrà come argomento la prima Rivoluzione francese (1789-1799), momento che fu preceduto dall’apparizione nei cieli della cometa 35P/Herschel-Rigollet e che segnò per la Francia un momento di gravissimo turbamento politico e sociale: si concluse infatti con l’abolizione della monarchia assoluta. Verranno presentate la carta della presa della Bastiglia e le geniture di Louis XVI e di Marie-Antoinette, gli ultimi sovrani dell’Ancien Régime, che in quei rivolgimenti persero entrambi la vita sulla ghigliottina.

Più avanti faremo seguire, come di consueto, ampio reportage di tutto l’evento, al quale vi invitiamo a partecipare numerosi: la varietà e l’esperienza dei relatori presenti è certamente in grado di accontentare anche i palati più esigenti.

14 marzo 2018: Ecco la presentazione presso la Biblioteca Universitaria di Genova del trattato di Claudio Tolemeo

Di |Eventi|

15 marzo 2018

Ha avuto luogo ieri, mercoledì 14 Marzo 2018 alle 17, presso la Biblioteca Universitaria di Genova, l’annunciata presentazione del libro Claudius Ptolemaeus Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo (introduzione, traduzione e commento a cura di Lucia Bellizia, prefazione di Paolo Aldo Rossi, Savona, InSedicesimo, 2017). E’ intervenuta la curatrice, Lucia Bellizia, introdotta dal Prof. Claudio Bevegni, docente presso l’Università degli Studi di Genova; non ha potuto purtroppo essere presente il Prof. Paolo Aldo Rossi, trattenuto a casa da noiosi, ma per fortuna passeggeri problemi di salute. Splendida la location, partecipe ed attento il pubblico cortesemente intervenuto.

vvv

biblio-3

Lucia Bellizia, Claudio Bevegni, Manrico Murzi, Roberto Marcuccio

CCC

Dopo l’iniziale saluto del Dott. Roberto Marcuccio, Direttore della Biblioteca Universitaria, ha preso la parola il Prof. Bevegni, che fu relatore della tesi di Lucia Bellizia in Filologia Greca, tesi che costituì il nocciolo del libro che è stato ieri presentato. L’illustre docente ha illustrato la temperie culturale dell’epoca imperiale, nella quale si formò e visse Claudio Tolemeo,  studioso dai molti interessi scientifici, che spaziano dalla geografia all’astronomia, dall’ottica all’astrologia. A seguire poi la curatrice, che ha esposto i punti nodali del trattato oggetto della presentazione: quando e perché un astro diviene visibile, fondamenti dell’ astrometeorologia e stesura da parte dei principali astronomi del mondo greco di calendari basati sulle levate e tramonti eliaci delle stelle di più elevata magnitudo apparente.

vvv

prima-pagina-presentazione

La slide di apertura della presentazione

 vvvindice-libro

Questo l’indice del libro

vvv

Un pomeriggio decisamente ricco di spunti culturali, dedicato ad un grande scienziato dell’antichità e reso possibile dall’ospitalità della Biblioteca Universitaria di Genova ed al suo Direttore, che ancora ringraziamo, dalla dotta compartecipazione del Prof. Bevegni e last but not the least dal pubblico presente!

Una serata davvero ben riuscita

Di |Eventi|

25 gennaio 2018

Ieri sera, accettando un invito da parte dei Lions Club Genova Janua, Lucia Bellizia ha tenuto, nel salone delle feste del Ristorante Gran Gotto di Genova, una conferenza a scopo benefico: il ricavato è stato infatti infatti devoluto dagli organizzatori alla Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones.
vvv

evento-lyons

L’invito ai Soci Lions

vvv

I Lions hanno infatti la conservazione della vista tra i propri obiettivi fondamentali sin dal 1925 e il loro lavoro in questo settore viene svolto ad ogni livello. Alcuni Clubs sponsorizzano autonomamente programmi di prevenzione e controllo utilizzando cliniche mobili; altri, in molte nazioni, finanziano campi di chirurgia oftalmica, nei quali vengono eseguiti gratuitamente interventi alla cataratta per tutti coloro che non possono permettersi questo tipo di cure mediche. Molti Clubs, infine, raccolgono occhiali da vista usati per distribuirli in altre nazioni più bisognose. Mettersi quindi a disposizione con una conferenza divulgativa dal titolo Un’arte ricca di fascino: l’astrologia è sembrato quantomeno doveroso.
La serata si è rivelata veramente ben riuscita, sia dal punto di vista culturale che conviviale. Dopo il rituale scambio di saluti e ringraziamenti la conferenza ha avuto inizio e l’astrologia è stata presentata sia dal punto di vista delle basi astronomiche che del passato ricco di anni e di fascino; è seguita poi un’illustrazione della sua utilità e delle sue possibili applicazioni, dal punto di vista della cattolica, della genetliaca e della catarchica (interpretazione di carte di evento). Impossibile ovviamente entrare nel dettaglio delle tecniche, ma il pubblico, numeroso e partecipe, ha seguito agevolmente l’esposizione (grazie anche agli esempi) e ha posto a conclusione davvero tante domande.
vvv

io-e-il-pubblico

Un momento della serata

 

E’ giunto poi il momento dell’ apericena: stuzzichini di varia foggia e sapore, risotto, bevande, alcoliche e non. L’atmosfera è divenuta ancora più calda e cordiale e sono continuate, tra un tocco di focaccia  e una frittellina salata (i tipici frisceu genovesi), le domande alla relatrice.

Insomma davvero una bella serata, che ha permesso di far conoscere meglio una disciplina, i cui contenuti sono troppo spesso fraintesi, di interagire con persone davvero piacevoli e soprattutto di raccogliere fondi per una buona causa. Un ringraziamento dunque alla Presidentessa del Club Janua, Dott.ssa Romoli, per questo gradito invito!

Il 2017: bilancio di un anno ricco di soddisfazioni per la nostra Associazione!

Di |Eventi|

31 dicembre 2017

Riandiamo con viva e vibrante soddisfazione all’anno 2017, che sta per concludersi e che ha visto la nostra Associazione protagonista dei numerosi eventi di spessore, di cui abbiamo dato ampi resoconti su questo sito: convegni, seminari, presentazioni. Si comincia il 7 ed 8 aprile all’Università di Genova con il Convegno promosso da Aispes, dal titolo Lo straniero/Lo sconosciuto. I diversi volti dell’alterità, seguito da quello organizzato da Grazia Mirti a Torino nelle giornate del 3 e 4 giugno, che aveva per argomento L’astrologia delle previsioni. A giugno l’uscita della traduzione e del commento, a cura di Lucia Bellizia, del trattato Le Apparizioni o Fasi delle stelle inerranti di Claudio Tolemeo: un avvenimento questo che si inserisce pienamente nel dettato statutario dell’Associazione, che vuole che venga approfondito lo studio della storia, dei principî e dei metodi dell’astrologia. Ricordiamo inoltre che quest’operetta non era stata prima d’ora né tradotta né tanto meno commentata in alcuna lingua moderna. Nei giorni 1 e 2 luglio ancora un Convegno: Le vie della conoscenza, che si è tenuto a Perugia e nel corso del quale l’organizzatrice, Nunzia Coppola Meskalila ha voluto premiare Lucia Bellizia con pergamena e medaglia per la sua ricerca e traduzione di testi antichi e rari.

Ancora una conferenza, sabato 8 luglio ad Andora, nell’ambito del Festival AG Noir, manifestazione letteraria organizzata nell’Anfiteatro dei Giardini di Palazzo Tagliaferro da C|E Contemporary e dall’Assessorato alla Cultura del Comune e giunta quest’anno alla sua terza edizione. Sempre ad Andora il 30 settembre e 1° ottobre la partecipazione al Convegno promosso da Aispes, dal titolo L’eclisse della ragione: la caccia alle “streghe” …. ma non finisce qui, altri importanti incontri ci attendevano: un seminario sulle stelle inerranti il 7 ottobre a Bucarest, su invito della AAR Asociatia Astrologilor din Romania e il 14 dello stesso mese qui a Genova il X Convegno della nostra Associazione, appuntamento divenuto ormai imprescindibile per i cultori dell’Astrologia antica!  A chiudere un periodo davvero intenso la conferenza del 31 ottobre a Trieste; la partecipazione, sabato 18 novembre, all’evento benefico Una mano dalle stelle e, momento veramente significativo, la presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo, di cui abbiamo più sopra parlato, il 30 novembre, al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna, su invito del Prof. Antonio Panaino.

Un anno davvero entusiasmante per questa nostra piccola Associazione, giunta al suo nono anno di vita e desiderosa ancora di continuare la propria opera di divulgazione dell’Astrologia antica. Tanti auguri dunque ai nostri soci, ai nostri simpatizzanti, ai nostri lettori … e a noi stessi di un felice e proficuo 2018.

vvv

anno-nuovo-rodari

 L’anno che verrà…. svelato da Gianni Rodari
vvv

E per chi volesse iniziare l’anno nuovo con qualche buona lettura, ecco due relazioni, Sirio l’ardente, Sirio la rossa e Mitologia astrale babilonese che furono presentate al X Convegno della nostra Associazione rispettivamente dal nostro Presidente Lucia Bellizia e dall’assiriologo Lorenzo Verderame.

Buon Anno!

Ecco come si è svolta la presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna

Di |Eventi|

2 dicembre 2017

Ha avuto luogo il 30 novembre 2017, dalle h. 15 alle h. 18, nell’Aula 5 di Palazzo Corradini (Via Mariani 5, Ravenna), l’annunciata presentazione da parte di Antonio Panaino, Docente di Filologia Iranica e Alessandro Iannucci, Docente di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Bologna, del libro Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo di Claudio Tolemeo. E’ intervenuta la curatrice, Lucia Bellizia.

Un pomeriggio davvero ricco di spunti, cui ha dato inizio il prof. Iannucci, sottolineando come il libro contenga la prima traduzione in italiano del trattato di Tolemeo e come l’astronomo che lo compilò sia stato studioso a tutto tondo, pienamente partecipe della temperie culturale dell’Alessandria del II secolo.
vvv
iannucci-introduce

Lucia Bellizia e Alessandro Iannucci
ccc

Ha preso poi la parola il prof. Panaino, che nel lodare l’iniziativa di tradurre e commentare un testo rimasto da sempre negletto, ha lamentato come nella più parte delle Facoltà di Filologia greca si preferisca continuare battere vie già percorse, occupandosi nuovamente di opere già molte volte esaminate e si trascuri di affrontare manoscritti o trattati di diversa natura o contenuto (alchemico, astrologico o magico), che permetterebbero invece di comprendere meglio il pensiero e la cultura del popolo che ne fu autore. Opinione che condividiamo perfettamente!
xxx

panaino-introduce

Lucia Bellizia e Antonio Panaino
vvv

A seguire Lucia Bellizia ha illustrato al pubblico presente il contenuto del libro presentato, partendo dalla vita di Tolemeo e dalle opere di natura astronomica ed astrologica che egli scrisse, per finire con brevi cenni sull’argomento trattato nelle Fasi e cioè come prevedere il tempo servendosi della levata eliaca di 30 stelle di prima e seconda magnitudo. Al termine della sua esposizione il pubblico incuriosito le ha rivolto più di una domanda, soprattutto sull’astronomia di posizione i cui rudimenti è indispensabile conoscere per comprendere appieno l’assunto tolemaico.

Il grande maestro alessandrino ha dunque rimesso piede nel luogo che meglio gli si addice: l’Accademia, così come accadde nel luglio del 2016, in occasione della discussione a Genova della tesi di laurea in Filologia Greca da parte di Lucia Bellizia. Un grazie di cuore dunque al prof. Iannucci e al prof. Panaino per la disponibilità e l’accoglienza!

Presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna

Di |Eventi|

30 novembre 2017

Il 30 novembre 2017, dalle h. 15 alle h. 18,  nell’Aula 5 di Palazzo Corradini (Via Mariani 5, Ravenna), Antonio Panaino, Docente di Filologia Iranica e Alessandro Iannucci, Docente di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Bologna presenteranno il libro Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo di Claudio Tolemeo.
Interverrà la curatrice, Lucia Bellizia.

copertina-2

Claudio Tolemeo
Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo
a cura di Lucia Bellizia,
Savona, InSedicesimo, 2017
vvv

Claudio Tolemeo, astronomo di lingua greca del II secolo, ha illustrato in questo trattato le fasi vere e apparenti delle stelle fisse e è si servito della levata e del tramonto eliaco di trenta di esse per stilare un calendario astro-meteorologico: consultandolo, è possibile sapere, giorno dopo giorno, come il tempo cambierà a cinque diverse latitudini. Nel libro è possibile leggere la traduzione completa in italiano del testo, arricchita da un ampio commento filologico, storico, astronomico e astrologico.

Diamo notizia dell’evento con grande piacere: Claudio Tolemeo viene ospitato in quest’occasione nella sede che meglio gli compete e cioè l’Accademia. Invitiamo dunque a raggiungerci soprattutto coloro che abitano in zona: Lucia Bellizia introdurrà innanzitutto la figura dell’autore del trattato e le altre opere che egli scrisse e che ci sono pervenute, per passare ad illustrare poi i principi base dell’astro-meteorologia e dell’uso delle stelle inerranti.

vpalazzo-corradini

Palazzo Corradini a Ravenna è Sede della
Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna

vvv

Qui il link dell’evento, del quale daremo a seguire ampio resoconto.

Ecco come si è svolto il X Convegno della nostra Associazione

Di |Eventi|

17 ottobre 2017

Ha avuto luogo sabato 14 ottobre il X Convegno dell’Associazione culturale Apotélesma, il cui tema, come avevamo annunciato era quello delle stelle inerranti, che tanto peso hanno avuto nell’astrologia antica e sono oggi neglette dai più. Il titolo dell’evento Polvere di fate o dell’ottava sfera invitava quest’anno dunque a parlare di questi particolari corpi celesti e così è stato, in una giornata in cui ognuno dei relatori ha portato il proprio sapere e condiviso le proprie esperienze: ad essi va il nostro ringraziamento, come pure al pubblico, che con la propria presenza ha fatto da cornice all’evento. Il maltempo non ha creato quest’anno problemi, anzi uno splendido sole ha illuminato tutta la giornata, assicurando temperature quasi primaverili. Non mancavano inoltre in sala cioccolatini e fiori. La proiezione di un filmato e la presentazione di un libro hanno arricchito i contenuti di una giornata già intensa, che si è prolungata ben oltre l’orario fissato. Splendida la location: la sala Paganini del Bristol Palace Hotel, tutta stucchi e decori.

Ha dato inizio ai lavori il Presidente, Lucia Bellizia, che, dopo il saluto e il ringraziamento ai convenuti, tra i quali figuravano, come di consueto alcuni stranieri, ha brevemente illustrato le finalità di Apotélesma: la divulgazione delle antiche tecniche e della storia dell’astrologia, storia che è componente di quella del pensiero umano.

La prima a portare il proprio contributo è stata Danièle Jay, già allieva di Giuseppe Bezza, che ha illustrato mediante numerosi esempi come le stelle fisse possano concorrere validamente nella formulazione di un giudizio; anche il pubblico non di lingua francese ha avuto modo di apprezzare la sua esposizione, grazie ad una traduzione in italiano fatta circolare in sala dallo staff dell’Associazione.
VVV

con-daniele-2017

Lucia Bellizia e Danièle Jay
VVV

Seguiva la stessa Lucia Bellizia che ha ripercorso le testimonianze che ci sono pervenute sulla stella Sirio dal mondo greco e latino, soffermandosi in particolare su quelle che le attribuiscono un colore rosso, mentre invece essa appare alla vista bianco-azzurra; ha esposto poi come essa sia stata valutata nell’ambito della cattolica, della catarchica e infine della genetliaca.

Subito dopo Paolo Aldo Rossi, coadiuvato – causa un noioso mal di gola – da Ida Li Vigni, ha parlato di Aldebaran (α Tauri), detta l’inseguitrice, in quanto sorge dopo le Pleiadi e sembra inseguirle: stella considerata fortunata, apportatrice di ricchezze e onori; e di Algol (β Persei), variabile ad eclisse, che nella tradizione araba è un ghul, sorta di demone arabo e turchesco, che, maschio o femmina, si sposta con facilità fra cielo e terra, ama frequentare i cimiteri, batte le campagne, fa abortire le donne incinte, succhia il sangue dei giovani, divora i cadaveri, urla nel vento, si aggira fra i ruderi, getta il malocchi e provoca sventure.
VVV

rossi-2017

Lucia Bellizia presenta Paolo Aldo Rossi; a destra Ida Li Vigni
VVV

La mattinata è terminata con l’intervento di Massimo Angelini, che ha esaminato il significato radicale delle parole amore e eterno, per leggerle alla luce della loro origine e riflettere sul loro valore orientativo e profondo: più che un oratore, un poeta, per il fascino evocativo del suo linguaggio. Con l’occasione ha presentato anche la sua ultima fatica letteraria: Ecologia della parola, Ed. Pentàgora, 2017.
ccc

angelini-e-pubblico

Massimo Angelini nella cornice del nostro pubblico
VVV

Meritato il break per il pranzo, che ha avuto luogo, tutti insieme, presso il Moody di Largo XII ottobre; i lavori sono poi ripresi con il primo cammeo: la proiezione da parte di Felice Stoppa di un inedito filmato dal titolo Anonimo, Almagesto di Tolomeo. Traduzione in lingua sefardita, scrittura corsiva, Catalonia 1361 in Manoscritto Schoenberg LJS 57.
vvv

manoscritto-schoenberg

Il filmato di Felice Stoppa è visibile al link https://www.youtube.com/watch?v=zxfmLzPgqNU
VVV

Il pomeriggio è proseguito con la presentazione da parte di Lorenzo Verderame di una relazione sulla mitologia astrale babilonese, nella quale ha mostrato come l’adozione dello Zodiaco come sistema di riferimento nella cosiddetta “osservazione celeste” babilonese sia introduzione recente (principio del I mill. a.C.), ma riferimenti alle singole costellazioni si possano trovare in fonti precedenti. Gli stessi nomi e identificazioni delle costellazioni comprese nello Zodiaco costituiscono infatti le propaggini di una lunga tradizione che affonda le sue radici nella religione e mitologia sumerica del III millennio.
vvv

verderame-2017

Lucia Bellizia e Lorenzo Verderame
VVV

A seguire Laura Malinverni, che alle stelle ha messo la chioma, con una relazione sulle comete, i cui avvistamenti, in contrapposizione alla certezza delle Stelle Fisse, hanno sempre destato inquietudini, smentendo l’inalterabilità e la perpetuità dell’ordine aristotelico.
VVV

malinverni-2017

Lucia Bellizia e Laura Malinverni
VVV

Ha chiuso poi i lavori Fabio Patruno con un secondo suggestivo cammeo, dal titolo Il Cammino Alchemico nel Cielo Stellare.
bbb

patruno

Fabio Patruno
VVV

La giornata è stata veramente ricca e l’orario programmato è stato ampiamente superato: il pubblico tuttavia ha mostrato di seguirla senza nessun calo di attenzione o interesse, rivolgendo durante i lavori ed a chiusura degli stessi numerose domande ai relatori. Come di consueto, si respirava in sala un’atmosfera partecipe e cordiale e giudichiamo raggiunto quindi l’obiettivo che c’eravamo proposti: coniugare storia dell’astrologia, cultura e convivialità.

Ricordiamo a chi volesse acquistare gli Atti di contattare info@apotelesma.it e vi diamo appuntamento alle prossime iniziative di Apotélesma, tutte in preparazione!

Ecco come si è svolto il Convegno del 30 settembre – 1° ottobre

Di |Eventi|

2 ottobre 2017

Ha avuto luogo nei giorni 30 settembre e 1° ottobre, nella suggestiva cornice di Palazzo Tagliaferro ad Andora, il Convegno dal titolo L’eclisse della ragione: la caccia alle “streghe”, organizzato dall’AISPES Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico, in collaborazione con C E Contemporary Milano, la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova ed il Comune di Andora. L’evento, come era possibile già vedere dal programma, vedeva la partecipazione di numerosi studiosi, che si sono alternati al microfono sul tema della caccia alle “streghe”, ma anche più in generale di chi si sottrae al rispetto dell’ortodossia dominante.

Ha portato un proprio contributo il 30 settembre anche il nostro Presidente, Lucia Bellizia, con un saggio intitolato I topoi della polemica anti-astrologica, nel quale ha esaminato le argomentazioni che sono state rivolte, dai pagani prima e dai cristiani poi, contro ogni forma di divinazione ed anche contro l’apotelesmatica e nel quale ha parlato brevemente anche degli editti, bolle e persecuzioni che periodicamente hanno colpito chi si è occupato di questa disciplina.

con-ida-e-paldo

Lucia Bellizia, Ida Li Vigni, Paolo Aldo Rossi

Un nostro vivo ringraziamento agli organizzatori sia per il tema proposto ovvero i nefasti effetti dell’intolleranza religiosa, purtroppo ancora presente nel mondo, che per la conduzione, sempre impeccabile dell’evento!

7 ottobre 2017: Workshop di Lucia Bellizia a Bucarest

Di |Eventi|

6 settembre 2017

Sabato 7 ottobre 2017 Lucia Bellizia terrà a Bucarest, su invito della AAR Asociatia Astrologilor din Romania, un seminario di Astrologia Antica. L’evento avrà luogo presso l’Hotel Cismigiu, nell’ambito dell’annuale Convegno dell’AAR e verterà sulla virtù delle stelle inerranti, argomento quanto mai caro alla relatrice, che ha dedicato ad esso numerosi saggi ed un libro. Condividiamo volentieri la notizia con i nostri lettori e al nostro ritorno daremo loro senz’altro un ampio resoconto!

 hotel-cismigiu
L’Hotel Cismigiu a Bucarest
sede del Convegno 2017 dell’AAR

vvv