­

Riguardo Lo Staff di Apotelesma

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Fino ad ora Lo Staff di Apotelesma ha creato 39 articoli del blog.

XVII Convegno Astrologico Torinese – Torino, 3 e 4 giugno 2017

Di |Eventi|

25 aprile 2017

Sabato 4 giugno dalle ore 9,00 alle ore 18,30 avrà luogo a Torino, presso l’Hotel Concord (Via Lagrange 47, a 100 m. dalla Stazione di Porta Nuova) il XVII Convegno Astrologico Torinese dal titolo:

Astrologia delle Previsioni

Organizzatrice la nota astrologa Grazia Mirti, che abbiamo avuto il piacere di ospitare più volte e che domenica 5 giugno porterà il proprio contributo all’evento, parlando per l’intera mattinata sul tema “L’Astrologia delle Previsioni: metodi, esperienze, bon ton, controllo a posteriori”.

Troverete ogni delucidazione sulle modalità di partecipazione al Convegno (obbligatoria la prenotazione) consultando il link http://www.graziamirti.it/impara-l-astrologia/convegno-astrologico-torinese/2611-astrologia-delle-previsioni-dove-come-quando.html. Attiriamo la vostra attenzione inoltre sul fatto che nel pomeriggio di domenica 5 giugno sarà possibile visitare tutti insieme il Museo Egizio, di recente ampliato e rinnovato.

Il cast dei relatori ed altre informazioni sono leggibili anche qui di seguito:

17-convegno-torino-fronte-e-retro

 

A questa edizione partecipa anche Lucia Bellizia con un saggio dal titolo Di là dallo Stige, che avrà come argomento la durata della vita: nella Tetrábiblos (III, 10) Claudio Tolemeo dà notizia infatti di una singolare tecnica, l’orimea, che permette di prevedere gli anni destinati al nativo, laddove il pianeta governatore della vita cada nel secondo quadrante, nella zona del tema natale che si situa cioè tra il Medio Cielo ed il Discendente.  All’esame delle opinioni sull’argomento, espresse nel tempo dai principali commentatori del maestro alessandrino, seguirà l’illustrazione dei princìpi di questa tecnica mediante un esempio.

Più avanti faremo seguire, come di consueto, ampio reportage di tutto l’evento, al quale vi invitiamo a partecipare numerosi: la varietà e l’esperienza dei relatori presenti è certamente in grado di accontentare anche i palati più esigenti.

Ed ecco come si è svolto il Convegno del 7 ed 8 aprile 2017 all’Università di Genova

Di |Eventi|

9 aprile 2017

Si è svolto nelle giornate del 7 ed 8 aprile 2017 l’atteso Convegno organizzato da Aispes (Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico), del quale avevamo pubblicato sul nostro Sito il programma. L’evento, promosso col patrocinio della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova, ha avuto luogo nell’Aula A di Via Balbi 4; il titolo Lo straniero/Lo sconosciuto. I diversi volti dell’alterità e le relazioni annunciate lasciavano presagire momenti di grande spessore e così è stato. Il rapporto con lo sconosciuto, lo straniero, l’altro da noi è stato affrontato da varie angolazioni ed in vari contesti storici, invitando il pubblico, numeroso e partecipe, a più di una riflessione. Era presente con un proprio saggio, intitolato L’io, l’altro, gli altri nel dettato dell’astrologia classica, anche Lucia Bellizia. Dopo una breve introduzione sul che cosa si debba intendere per astrologia, ha mostrato come anche gli antichi studiosi di quest’ars  si fossero posti l’interrogativo sul che cosa ci si potesse attendere dagli altri: genitori, fratelli, marito, moglie, figli, dall’altro insomma. In particolare Claudio Tolemeo illustra nel settimo capitolo del IV Libro della Tetrábiblos come sia possibile scoprire chi sia destinato a diventare nostro amico o nostro nemico, mediante un metodo che riteniamo sempre attuale ed applicabile.

vvv

per-il-sito-universita-2017

Paolo Aldo Rossi, Lucia Bellizia, Ida Li Vigni

vvv

Per quanto riguarda gli interventi degli altri relatori, non possiamo che sottolinearne, senza tema di smentita, la bellezza e la varietà: le due giornate sono letteralmente volate, permettendo al pubblico, ma crediamo a tutti i convenuti, di portare via con sé qualcosa di nuovo e di prezioso. Un ringraziamento doveroso agli organizzatori, Ida Li Vigni e Paolo Aldo Rossi, per aver proposto l’evento e per aver radunato tanto parterre.

vvv

fine-prima-giornata

Luigi Pampana Biancheri, Veronica Fresta, Paolo Aldo Rossi,
Lucia Bellizia, Martina Di Febo, Sonia Barillari

vvv

foto-finale-giornata-due

Sonia Barillari, Ida li Vigni, Patrizia Castelli, Paolo Aldo Rossi,
Valerio Meattini, Lucia Bellizia, Enrico De Ghetaldi

vvv

A chi non ha potuto partecipare al Convegno, ricordiamo che a breve ne saranno stampati gli Atti.

Appuntamento all’Università di Genova il 7 e l’8 aprile 2017

Di |Eventi|

31 marzo 2017

Aispes (Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico) organizza in data 7 ed 8 aprile 2017 un Convegno di Studi dal titolo Lo straniero/Lo sconosciuto. I diversi volti dell’alterità. L’incontro avrà luogo nell’Aula A della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova, in Via Balbi 4 ed avrà durata dalle ore 9 alle ore 18, con un intervallo previsto dalle ore 13 alle ore 15 per la pausa pranzo.

vvv

lo-straniero-pag-1

lo-straniero-pag-2

Il programma del convegno di studi

nnn

Anche Lucia Bellizia parteciperà in rappresentanza di Apotélesma con un intervento dal titolo L’io, l’altro, gli altri nel dettato dell’astrologia classica, nel quale illustrerà come vengano catalogati dai maestri antichi i possibili rapporti interpersonali e quale giudizio si possa esprimere su di essi, in base alla posizione dei pianeti in una genitura.

Un Convegno di grande spessore culturale, come mostra l’elenco degli studiosi che porteranno il proprio contributo e la varietà dei temi proposti, al quale invitiamo perciò tutti a partecipare numerosi. L’ingresso è libero e gratuito.

Presentazione a Palazzo Tagliaferro degli Atti del Convegno del 7 maggio 2016

Di |Eventi|

18 marzo 2017

Si è svolta ieri ad Andora, nella suggestiva cornice di Palazzo Tagliaferro, la presentazione degli Atti del Convegno che si tenne il 7 maggio dell’anno scorso all’Università di Genova:

xxx

virtuosamente

Copertina e controcopertina degli Atti

xxx

Il Convegno recava il titolo Come si legge un testo antico di Alchimia ed astrologia medica ed è su questi temi che Paolo Aldo Rossi, Ida Li Vigni (curatori dell’edizione) e Lucia Bellizia sono stati chiamati a intrattenere il pubblico convenuto per l’occasione: un pomeriggio decisamente riuscito, nel quale i relatori hanno potuto illustrare lo scopo ed il contenuto della pubblicazione e rispondere anche alle numerose domande. Un ringraziamento speciale a Christine Enrile, direttrice di Palazzo Tagliaferro e ad Enrico De Ghetaldi, che ha fatto da moderatore.

andora-2017

Christine Enrile, Lucia Bellizia, Paolo Aldo Rossi, Ida Li Vigni,
Enrico De Ghetaldi, Maria Teresa Nasi (Assessore alla Cultura del Comune di Andora)

ccc

Non ci resta che consigliare ai lettori l’acquisto di questo ottimo volume, che contiene anche l’intervento presentato al Convegno da Lucia Bellizia, dal titolo Tetrábiblos – Libro III: delle infermità e delle malattie.

I nostri più cari auguri

Di |Eventi|

23 dicembre 2016

Ai nostri lettori, con l’auspicio che le stelle ci portino pace e serenità!
Buone Feste e buon 2017!

 

Slitta Babbo Natale

Possa la slitta esser carica di quanto il cuore di ciascuno desidera…..

 

 

Un piccolo reportage sul Convegno del R.A.O. del 22 ottobre 2016

Di |Eventi|

23 ottobre 2016

Come avevamo annunciato, si è svolto sabato 22 ottobre, presso il CISL (Centre international de Séjour de Lyon) al 103 del Boulevard des États-Unis –Lyon 8ème, l’annuale Convegno del R.A.O. Rassemblement des Astrologues Occidentaux. Titolo dell’incontro: Comment trouver sa vocation grâce  à l’AstrologieQuesto l’ordine dei relatori:

xxx

Programma

Il programma del Convegno

xxx

L’incontro, ottimamente organizzato,  ha avuto luogo in clima di partecipazione e di serenità: ciascun relatore ha illustrato, mediante esempi,  i suggerimenti che possono essere dati a chi deve operare una scelta in campo professionale o il pensiero di astrologi moderni o antichi al riguardo. Anche Lucia Bellizia ha portato un proprio contributo con il saggio che potete leggere al link https://www.apotelesma.it/wp-content/uploads/2016/10/%C3%80-la-recherche-de-notre-vocation-professionnelle.pdf.

xxx

Lucia e pubblico

L’intervento di Lucia Bellizia

xxx

A conclusione un lungo dibattito, cui il pubblico non ha mancato di dar vita con numerose domande: un botta e risposta, che ha portato anche su temi differenti da quello del Convegno, quali se nel tema natale sia leggibile un’eventuale predestinazione e se sia possibile sfuggirle e come.

xxx

Tavola rotonda con i relatori

Il dibattito finale

xxx

L’indomani giro turistico per la città vecchia, con visita alla Cattedrale di Saint Jean, che ospita il famoso l’orologio astronomico, che fu costruito agli inizi del XIV secolo ed indica oltre alla data, anche le posizioni della luna e del sole (inseriti nello zodiaco) e il sorgere delle stelle sull’orizzonte a Lione.

xxx

Orologio Astronomico

L’orologio astronomico
Lione – Cattedrale di Saint Jean

xxx

Un’esperienza decisamente positiva, di cui ringraziamo il R.A.O.:  l’evento è ben riuscito ed ha permesso di ascoltare della buona astrologia, anche se di correnti di ispirazione differente;  ha rinsaldato inoltre vecchie amicizie ed ha permesso di stabilirne di nuove. Ed è una delle cose che abbiamo apprezzato di più!

xxx

Ecco come si è svolto il IX Convegno della nostra Associazione

Di |Eventi|

17 ottobre 2016

Ha avuto luogo sabato 15 ottobre il IX Convegno dell’Associazione culturale Apotélesma, il cui tema, come avevamo annunciato (http://www.apotelesma.it/2016/08/08/ix-convegno-della-nostra-associazione/) era quello dell’interazione dell’Astrologia con altre discipline. Il titolo dell’evento Astrologia e… invitava anche quest’anno al confronto intellettuale e così è stato, in una giornata in cui ognuno dei relatori ha portato il proprio sapere e condiviso le proprie esperienze: ad essi va il nostro ringraziamento, come pure al pubblico, che con la propria presenza ha fatto da cornice all’evento. L’ha anche assicurata in taluni casi, superando gli ostacoli che il maltempo aveva creato il giorno precedente e che si sono tradotti in un’interruzione delle linee ferroviarie con conseguenti enormi ritardi. Non mancavano inoltre in sala confetti rossi, cioccolatini e fiori. I due cammei poi – la proiezione di un filmato e la presentazione di un libro – hanno arricchito i contenuti di una giornata già intensa, che si è prolungata bel oltre l’orario fissato. Splendida la location: la sala Michelangelo del Bristol Palace Hotel, tutta stucchi e decori.

Ha dato inizio ai lavori il Presidente, Lucia Bellizia, che, dopo il saluto e il ringraziamento ai convenuti, tra i quali figuravano, come di consueto alcuni stranieri, ha brevemente illustrato le finalità di Apotélesma: la divulgazione delle antiche tecniche e della storia dell’astrologia, storia che è componente di quella del pensiero umano.

***

Il primo a portare il proprio contributo è stato Franck Nguyen, che lavora come medico e che ha illustrato come l’astrologia possa concorrere validamente alla formulazione di una diagnosi ed alla scelta di un particolare rimedio omeopatico; anche il pubblico non di lingua francese ha avuto modo di apprezzare la sua esposizione, grazie ad una traduzione in italiano fatta circolare in sala dallo staff dell’Associazione. Seguiva la stessa Lucia Bellizia che, riprendendo un tema al quale si è interessata negli ultimi anni e cioè l’astrologia nel mondo bizantino, ha esaminato gli oroscopi di incoronazione di tre imperatori: Alessio I Comneno (1081), Manuele I Comneno (1143) e Manuele II Paleologo (1373), tratte le prime due dal Vaticanus gr. 1056 e la terza dal Laurentianus gr. plut. 28, 16. Subito dopo Paolo Aldo Rossi, coadiuvato – causa un noioso mal di gola – da Massimo Marra, ha parlato del rapporto che con l’astrologia ebbe Johannes Kepler, l’ultimo competente astronomo e matematico a ritenere vero che questa ars avesse una base concreta, effettiva e provata e che potesse essere in un qualche modo difesa, tutelata e strappata al pericolo di diventare una disciplina superstiziosa; Newton, invece sembrerebbe essere stato di parere contrario: ma le sue carte al riguardo sono state davvero esaminate a fondo?

La mattinata è terminata con la proiezione da parte di Felice Stoppa di un inedito filmato dal titolo Abd ar-Rahman as-SufiLiber locis stellarum fixarum, 964 – Confronto tra due edizioni del quindicesimo secolo (https://www.youtube.com/watch?v=0RugPktaLLw).

 

Felice e Lucia

Lucia Bellizia e Felice Stoppa

xxx

Liber Locis
La prima immagine del filmato di Felice Stoppa

xxx

Meritato il break per il pranzo, che ha avuto luogo, tutti insieme, presso il Moody di Largo XII ottobre; i lavori sono poi ripresi con la presentazione del libro postumo di Giuseppe Bezza Scripta minora da parte dei curatori dell’edizione Ornella Pompeo Faracovi ed Emanuele Ciampi, che hanno tracciato un vivido ricordo del nostro maestro e della sua opera. Presente anche l’editore Antonio Scollo, che ha illustrato le finalità della collana di cui il libro fa parte, collana dedicata appunto ad opere di carattere astrologico antico.

 

Presentazione libro 2016

Emanuele Ciampi, Ornella Pompeo Faracovi e Antonio Scollo

 

Il pomeriggio è proseguito con la presentazione da parte di Patrizia Nava di una relazione volta a mettere in luce i molteplici punti di contatto tra astrologia e astronomia, in particolare quelli che legano astronomi famosi per la precisione delle loro osservazioni, come Tycho Brahe e John Flamsteed. A seguire Marisa Paschero che, con un parallelo tra astrologia e grafologia, ci ha illustrato come anche i pianeti connotino il nostro modo di scrivere con le loro suggestioni, dando vita a grafie con caratteristiche “solari”, “venusiane”, “lunari”, “saturnine” … e così via.  Ha chiuso poi i lavori Massimo Marra con un’interessante e dotta relazione sulla posizione presente all’interno della tradizione cristiana nei confronti della scienza astrologica, che non è sempre ed universalmente stata considerata come peccaminosa: il beato Ruysbroeck (1293-1381), ad esempio, sostenne che l’astrologia dà all’uomo contezza del suo carattere, delle sue inclinazioni e debolezze, e costituisce quindi una guida efficiente per l’ascesi mistica e per il viaggio dell’anima verso la perfezione.

 

Foto finale 2016

Patrizia Nava, Franck Nguyen, Lucia Bellizia, Massimo Marra, Marisa Paschero

xxx

Il pubblico 2016

Il nostro pubblico e alla scrivania Massimo Marra e Paolo Aldo Rossi

 

La giornata è stata veramente ricca e l’orario programmato è stato ampiamente superato: il pubblico tuttavia ha mostrato di seguirla senza nessun calo di attenzione o interesse, rivolgendo durante i lavori ed a chiusura degli stessi numerose domande ai relatori. Si respirava in sala un’atmosfera partecipe e cordiale e giudichiamo raggiunto quindi l’obiettivo che c’eravamo proposti: coniugare astrologia, cultura e convivialità.

Ricordiamo a chi volesse acquistare gli Atti di contattare info@apotelesma.it e vi diamo appuntamento alle prossime iniziative di Apotélesma, tutte in preparazione!

15 ottobre 2016: IX Convegno della nostra Associazione

Di |Eventi|

8 agosto 2016

Avrà luogo a Genova sabato 15 ottobre 2016 – dalle ore 9 alle ore 18 – nella sala Michelangelo dell’Hotel Bristol Palace il IX Convegno di Apotélesma, dal titolo

Astrologia e…….

Ve ne diamo notizia con gioia e con orgoglio, sicuri che l’entusiasmo e la cura con cui lo stiamo organizzando renderanno questa manifestazione buona continuatrice delle precedenti, che – ci sia consentito – tanto consenso tra il pubblico e tra gli studiosi hanno raccolto. Vi attendiamo dunque numerosi, certi di non deludervi! Il nostro obiettivo principe è come sempre quello di unire l’eccellenza culturale al piacere di stare insieme e quindi anche la parte conviviale troverà il suo spazio nell’economia dell’evento. Chi fosse interessato potrà leggere il programma corredato dagli abstract, di questa che si annuncia una giornata veramente stimolante e proficua, al link Programma Lavori Apotélesma 2016. Come è possibile notare dal titolo e dalla lettura degli abstract il tema del Convegno di quest’anno è quello dell’interazione dell’Astrologia con altre discipline, nel quadro del pensiero astrologico nel suo insieme.

vvv

Franz Floris, Astrologia, 1557, Collezione privata

L’immagine-logo del nostro IX Convegno:
Frans Floris, Astrologia
1557, Collezione privata

vvv

Attiriamo la vostra attenzione inoltre sui due cammei, che renderanno l’evento ancor più ricco:

*) la presentazione del libro postumo di Giuseppe Bezza Scripta minora da parte dei curatori dell’edizione Ornella Pompeo Faracovi ed Emanuele Ciampi e dell’editore Antonio Scollo (cf. quanto da noi pubblicato al link http://www.apotelesma.it/2016/07/04/scripta-minora-giuseppe-bezza/);

*)  la partecipazione di Felice Stoppa (www.atlacoelestis.com), che proietterà e commenterà un inedito video dal titolo Abd ar-Rahman as-Sufi, Liber locis stellarum fixarum, 964 – Confronto tra due edizioni del quindicesimo secolo.

Per prendere parte al Convegno ed al pranzo è obbligatoria la prenotazione. Per quanto riguarda gli Atti, si precisa che essi verranno prodotti in limited edition e che verranno consegnati all’ingresso a coloro che si saranno prenotati: il loro costo è compreso nel contributo spese che verrà preventivamente recuperato al fine di sostenere i costi della sala e dell’organizzazione tutta (si prega di contattare entro il 15 settembre info@apotelesma.it oppure il 334 1137375).

Rimaniamo a disposizione per qualsiasi problema di carattere logistico (come ad esempio la prenotazione degli alberghi etc.): a questo proposito anticipiamo di aver concordato prezzi particolarmente convenienti, sia per la camera singola che per la doppia, con alcuni alberghi situati nel quartiere di Albaro Boccadasse. Questa sistemazione permetterà a tutti di raggiungere facilmente l’Hotel Bristol Palace e di prendere parte con minimo spostamento alle cene organizzate per le sere di venerdì 14 e sabato 15.

***

L’Hotel Bristol Palace si trova in Via XX Settembre 34 (http://www.hotelbristolpalace.it/), a 15 minuti a piedi dalla Stazione Brignole.

Cronaca di una giornata particolarmente lieta

Di |Eventi|

14 luglio 2016

Oggi 14 luglio 2016 Apotélesma registra un avvenimento particolarmente lieto: la discussione da parte di Lucia Bellizia, socia fondatrice e Presidente della nostra Associazione, della propria tesi di laurea presso il Dipartimento di Scienze dell’Antichità dell’Università di Genova. Già laureata in Lettere Classiche con indirizzo storico, ha voluto sostenere ulteriori sei esami, che le hanno permesso di conseguire anche la Laurea Magistrale in Filologia, Letteratura e Storia dell’Antichità. In data odierna la discussione della tesi in Filologia Greca, dal titolo: Le Fasi delle stelle inerranti di Claudio Tolemeo: introduzione, traduzione e commento. Il lavoro consiste nella traduzione inedita dal greco dell’omonimo trattato dell’astronomo e astrologo alessandrino e così si articola:

  • esame delle testimonianze, di provenienza greca, latina ed araba, in nostro possesso sulla vita di Claudio Tolemeo e possibile datazione della stessa;
  • opere astronomiche ed opere astrologiche;
  • introduzione alla lettura del trattato;
  • traduzione vera e propria;
  • editio princeps ed edizioni successive;
  • esame del lavoro degli autori che precedettero Tolemeo nella stesura di trattati di analogo contenuto;
  • discussione di carattere astronomico, attraverso il dettato contenuto nell’Almagesto, nelle Ipotesi planetarie e nelle Fasi stesse, sul quando e perché una stella diviene visibile;
  • uso delle stelle fisse in astrologia cattolica e genetliaca;
  • le 30 stelle di cui Tolemeo si serve nel trattato: per ciascuna un commento che comprende il nome attuale e la sua etimologia, di derivazione latina, greca o araba; quello secondo l’atlante di Bayer e quello che le attribuisce Tolemeo nell’Almagesto; colore, magnitudo; le attuali ascensione retta α e declinazione δ; i miti ad essa legati. Inoltre per la costellazione di appartenenza: la posizione nel cielo; gli oggetti che la compongono; i miti. A chiusura la natura planetaria attribuita a stella e/o costellazione da Tolemeo nella Tetrábiblos; e per talune stelle i giudizi degli autori antichi e/o rinascimentali per quanto attiene ai loro effetti in astrologia cattolica e per quanto attiene alla loro virtus in astrologia genetliaca.

Il trattato, che reca il titolo completo Φάσεις ἀπλανῶν ἀστέρων καὶ συναγωγὴ ἐπισημασιῶν  (Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo), non è il primo nel suo genere: rientra infatti in una tradizione consolidata di calendari astro-meteorologici chiamati anche parapegma (παρὰ πήγνυμι  mettere, piazzare di lato), in quanto essi erano in origine incisi nella pietra: si trattava di iscrizioni, che contenevano un elenco di stelle fisse e le previsioni del tempo ad esse associate per un intero anno. A causa delle fluttuazioni irregolari dei calendari civili greci, che avevano base lunare, la data delle fasi, che ha invece base solare, doveva essere indicata mediante picchetti, che venivano inseriti in piccoli fori praticati nella pietra accanto alle linee del testo. Accanto a tali iscrizioni si sviluppò una forma letteraria di parapegma, della quale l’esempio più antico a noi pervenuto per intero è quello di Gemino; quasi tutti i grandi astronomi-astrologi dell’antichità ne scrissero uno, ma non restano a noi che citazioni e frammenti.

La discussione di questa tesi, che ha riscosso il consenso della commissione esaminatrice (almeno a giudicare dal risultato conseguito: 110 cum laude, menzione e dignità di stampa) rappresenta il coronamento di un grande desiderio di Lucia Bellizia e cioè quello di portare Tolemeo nel vero luogo che compete a questo grande scienziato e al suo dettato astronomico/astrologico: l’Accademia. A questo tende ogni suo sforzo ed ogni sforzo della nostra Associazione.

Ma ora gustiamoci mediante qualche foto questa indimenticabile giornata!

 

Tesi di Laurea

Innanzitutto la Tesi!

 

Tesi 1

Lucia Bellizia lascia il tavolo della Commissione dopo aver illustrato il contenuto del suo elaborato

xxx

Tesi 2

Ora bisogna gioire……

 

L’emozionante giornata si è conclusa con una bicchierata strettamente privata cui hanno partecipato anche il relatore ed il correlatore della tesi: a questi illustri professori vanno i nostri più sentiti ringraziamenti per averne accettato l’argomento e per averlo sostenuto.

xxx

Tesi 3

…. e rallegrarsi ancora con chi ha concorso all’impresa!

xxx

Invitiamo i nostri lettori e gli appassionati dell’astrologia antica a condividere con noi questo emozionante momento. Presto la tesi, rivista in alcune parti ed ampliata, sarà oggetto di pubblicazione.