­

Riguardo Lo Staff di Apotelesma

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Fino ad ora Lo Staff di Apotelesma ha creato 40 articoli del blog.

5 ottobre 2019: XII Convegno della nostra Associazione

Di |Eventi|

5 settembre 2019

Avrà luogo a Genova sabato 5 ottobre 2019, nella sala Michelangelo dell’Hotel Bristol Palace, con orario 9 -18, il XII Convegno di Apotélesma, dal titolo:
vvv

L’eterna danza delle stelle

Ve ne diamo notizia con gioia e con orgoglio, sicuri che l’entusiasmo e la cura con cui lo stiamo organizzando renderanno questa manifestazione buona continuatrice delle precedenti. Attendiamo dunque numerosi voi e tutti coloro con i quali vorrete condividere la notizia dell’evento, certi di non deludervi! Il nostro obiettivo principe è come sempre quello di unire l’eccellenza culturale al piacere di stare insieme e quindi anche la parte conviviale troverà il suo spazio nell’economia della giornata. Chi fosse interessato potrà leggere qui il programma corredato dagli abstract, di questa che si annuncia ancora una volta una giornata ricca, stimolante e proficua.
vvv

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

 Mappa geocentrica delle orbite di alcuni corpi celesti.
Dalla collezione della libreria antiquaria Bourlot – Torino

bbb

Attiriamo la vostra attenzione su alcuni cammei che renderanno l’evento ancor più ricco:

*    Chiara Gelmetti condurrà uno spettacolo di danze rinascimentali, con particolare riferimento agli astri Venere e Giove.

*    Felice Stoppa (www.atlacoelestis.com) proietterà e commenterà un inedito video dal titolo Nova et integra universalisque orbis totius iuxta germanum neotericorum traditionem vvvvdescriptio. Gaspar Vopellius Medeb. 1558 Mathemati conscripsit. Impressum Venetiis per Joannem Andream Vavassorium Cognomine Guadagninus, Venezia 1558.

*    Marisa Paschero, ancora una volta nostra ospite, presenterà la sua ultima fatica letteraria: Iniziazione alla Grafologia.

Per prendere parte al Convegno ed al pranzo è obbligatoria la prenotazione. Per quanto riguarda gli Atti, si precisa che essi verranno prodotti in limited edition e che verranno consegnati all’ingresso a coloro che si saranno prenotati: il loro costo è compreso nel contributo spese che verrà preventivamente recuperato al fine di sostenere i costi della sala e dell’organizzazione tutta (si prega di contattare entro il 20 settembre info@apotelesma.it oppure il 334 1137375). Rimaniamo a disposizione per qualsiasi problema di carattere logistico (come ad esempio la prenotazione degli alberghi etc.): a questo proposito anticipiamo di aver concordato prezzi particolarmente convenienti, sia per la camera singola che per la doppia, con alcuni alberghi situati nel quartiere di Albaro Boccadasse. Questa sistemazione permetterà a tutti di raggiungere facilmente l’Hotel Bristol Palace e di prendere parte con minimo spostamento alle cene organizzate per le sere di venerdì 4 e sabato 5.

***

L’Hotel Bristol Palace si trova in Via XX Settembre 34, a 15 minuti a piedi dalla Stazione Brignole.

Abbiamo dato notizia dell’evento anche su FB: seguendo la discussione è possibile tenersi sempre aggiornati sulle eventuali novità!

 

Cronaca di un breve viaggio

Di |Eventi|

28 giugno 2019

Sfidando la calura incombente Lucia Bellizia è partita venerdi 21 per un breve viaggio verso il Suditalia: prima tappa Sant’Agata sui due Golfi, splendida località della Penisola Sorrentina, che deve il proprio nome alla posizione unica in cui si trova, e cioè fra i golfi di Napoli e Salerno. Lì ha partecipato alla riunione, che ogni anno il noto astrologo e studioso Ciro Discepolo organizza nell’incantevole cornice dell’Hotel Due Golfi, per parlare con amici ed appassionati di astrologia e non solo.

ccc

santagata-hotel-due-golfi

Sant’Agata vista dell’Hotel Due Golfi
ccc

E’ stato piacevole poter rivedere cari amici di vecchia data, discorrere con loro di tanti e diversi argomenti e gustare le rinomate deliziose specialità della cucina locale! Domenica 23 partenza al mattino presto per Roma, dove Lucia Bellizia era attesa per tenere una conferenza del titolo Il Demone custode, nell’ambito del Convegno dal titolo I semi del bene, i semi del male. Il carattere dell’uomo è il suo destino?, organizzato dalla locale Delegazione CIDA.  La giornata è stata ricca ed interessante, animata dagli interventi dei numerosi relatori ed ospiti. Qui il filmato pubblicato su FB dalla Delegata Nunzy Conti, che ancora una volta ringraziamo per il cortese invito e per l’ospitalità.
ccc

roma-2019

Lucia Bellizia presenta la propria relazione

ccc

con-i-relatori

Foto finale insieme ad alcuni dei relatori
ccc

A conclusione dell’evento è arrivata la condivisione di un momento conviviale: tutti insieme ci siamo recati a cena in un locale tipico del quartiere di Trastevere, dove abbiamo potuto scambiare impressioni e commenti. Lunedi mattina ancora un giro in città per salutare un’amica e fare conoscenza con la sua nuova piccola felina (la cui foto speriamo di poter pubblicare qui sul nostro Sito, visto che l’abbiamo inserita d’ufficio nel Parco Gatti dell’Associazione) e poi nuovamente in viaggio, direzione Campania. In particolare tutta la giornata di mercoledi 29 è stata trascorsa a Napoli, per visitare due importanti Musei: la Cappella di San Severo e il Museo Archeologico Nazionale.

Iniziamo dalla Cappella di San Severo, che definire stupenda è semplicemente riduttivo: si tratta infatti di un gioiello del patrimonio artistico internazionale, in cui creatività barocca e orgoglio dinastico, bellezza e mistero si intrecciano.
vvv

cappella-san-severo

La Cappella di San Severo: al centro il celeberrimo Cristo velato
ccc

volta-cappella-san-severo

L’affresco che copre l’intera volta della cappella,
conosciuto come Gloria del Paradiso o Paradiso dei di Sangro:
al centro il triangolo e la Colomba dello Spirito Santo
ccc

Quanto al Museo Archeologico Nazionale, possiamo solo dire che tra i più antichi e importanti al mondo per ricchezza e unicità del patrimonio e per il contributo offerto al panorama culturale europeo. Contiene innumerevoli opere d’arte, che sarebbe impossibile elencare anche solo in parte. Ne ricordiamo solo due: l’Atlante Farnese e la Battaglia di Isso. Il primo, visibile nel Salone della Meridiana, appartiene al gruppo di sculture della Collezione Farnese, che furono rinvenute nelle terme di Caracalla a Roma intorno al 1546 e rappresenta l’omonimo Titano, che regge affaticato la volta celeste. Narra Esiodo che Atlante fu costretto da Zeus a tenerla sulle spalle, quale punizione per essersi alleato con Crono nella rivolta dei titani contro gli dèi dell’Olimpo. Il globo dell’Atlante Farnese mostra una raffigurazione del cielo notturno vista dall’esterno, con bassorilievi raffiguranti quasi tutte le costellazioni greche descritte da Claudio Tolemeo nell’Almagesto. E’ dunque il più antico repertorio pittorico delle costellazioni occidentali a noi giunto. Risalirebbe al 150 d.C.

atlante-farnese

L’Atlante Farnese

bbb

La Battaglia di Isso, probabile copia del dipinto eseguito dal pittore greco Filosseno di Eretria alla fine del IV secolo, è un mosaico romano del 100 a.C. circa, ritrovato a Pompei nella pavimentazione della casa del Fauno. La scena ritratta è quella dello scontro del 333 a.C. tra Alessandro Magno (con i capelli ondulati, in sella a Bucefalo e la corazza sulla quale è raffigurata la Medusa) e Dario III di Persia (che, con l’espressione spaventata e preoccupata, tenta di lanciare un ultimo assalto e al contempo pensa alla fuga). Altra opera che chi ama la storia greca e l’arte non può non ammirare.

ccc

battaglia-di-isso

La Battaglia di Isso: a sinistra Alessandro, a destra Dario III sul carro

bbb

Terminato questo breve tour, a fine settimana ritorno a casa, per prendersi cura degli amati libri e delle amate piante e rimettersi all’opera. Bisogna infatti attendere alla preparazione dell’XI Convegno della nostra Associazione!

Appuntamento a Roma il 23 giugno 2019

Di |Eventi|

1° giugno 2019

Avrà luogo il 23 giugno p.v. a Roma il Convegno dal titolo I semi del bene, i semi del male. Il carattere dell’uomo è il suo destino?, organizzato dalla locale Delegazione CIDA. L’evento, a partecipare al quale come relatrice, è stata cortesemente invitata anche Lucia Bellizia, avrà luogo a Palazzo Velli Expo, in Piazza Sant’Egidio, 10 Trastevere – Roma; qui di seguito ogni informazione.
vvv

convegno-di-roma

L’immagine-logo del Convegno
vvv

La giornata si aprirà con la performance Over the rainbow , una carrellata vivente dei pianeti/archetipi che, in un sogno di luci e ombre, condurrà gli spettatori verso la Via di Smeraldo (regia e costumi di Nunzy Conti). Si alterneranno a seguire al microfono, in una vera e propria maratona, alcune delle più apprezzate voci dell’ Astrologia Italiana, e non solo: Grazia Bordoni, Paolo Crimaldi, Paolo Quagliarella, Giovanni Pelosini, Daniela Di Menna Clara Tozzi, Luciano Drusetta, Francesca Guercio, Paola Fraschetti. A sera poi una cena conviviale.
Come sopra anticipato anche Lucia Bellizia porterà un proprio contributo: ecco il titolo: Il demone custode; e l’abstract: La credenza che vi sia un nume, che sin dalla nascita governa il destino dell’uomo, affonda nella religiosità arcaica greca. La parola δαίμων [daímōn] è riconducibile al verbo δαίομαι [daíomai], che significa dare a ciascuno la sua parte (in un banchetto), ed è quindi colui che assegna. Di questo nume si sono occupati filosofi, astrologi e teurgi.

Nel corso della manifestazione avrà luogo anche la premiazione del Concorso Voci Nuove A caccia di menti astrologiche e ai primi tre classificati sarà data la possibilità di esporre la propria relazione. Qui di seguito il programma:

locandina-roma-2019

Ci vediamo a Roma!

***

Per informazioni/ prenotazioni chi fosse interessato può contattare Nunzy Conti, Delegata CIDA Roma/Lazio:
Tel. 3476820785
Mail:  astriecontrasti@gmail.com

 

XIX Convegno Astrologico Torinese – Torino, 8 e 9 giugno 2019

Di |Eventi|

24 aprile 2019

Sabato 8 giugno dalle ore 9,15 alle ore 18,15 avrà luogo a Torino, presso l’Hotel Concord (Via Lagrange 47, a 100 m. dalla Stazione di Porta Nuova) il XIX Convegno Astrologico Torinese dal titolo:

I TRANSITI

vvv

Organizzatrice la nota astrologa Grazia Mirti, donna di vasta cultura e non solo astrologica, che domenica 9 giugno porterà il proprio contributo, parlando per l’intera mattinata sul tema “I transiti nella vita di tutti noi: una lunga esperienza tra borse, aziende, paesi, i destini di uno e di molti”.

Questo il programma:
xxx

convegno-torino-1

Il programma

xxx

Attiriamo la vostra attenzione inoltre sul fatto che, nel pomeriggio di domenica 9 giugno, sarà possibile recarsi tutti insieme in bus privato alla Reggia di Venaria, nella quale visitare i giardini e la Mostra “Art Noveau”.
Qui le modalità di partecipazione al Convegno (obbligatoria la prenotazione):

 

convegno-torino-2

Le modalità di partecipazione al Convegno

xxx

A questa edizione partecipa anche Lucia Bellizia con un saggio dal titolo Sic transit gloria mundi, che avrà come argomento il crollo a Genova, il 14 agosto 2018, del Viadotto Polcevera, principale arteria di collegamento tra la zona centro-levante e quella ovest della città e tramite tra il Nord Italia e il Sud della Francia. Salutato al momento della costruzione con grande entusiasmo, ma nato sotto cattivi auspici, se mai essi furono tratti, il ponte ha ceduto improvvisamente ed inesorabilmente al fluire del tempo. La catastrofe, che ha avuto un grande riscontro mediatico, è stata causa della morte di 43 tra automobilisti in transito in quel momento e operai al lavoro nella sottostante isola ecologica dell’AMIU, nonchè del trasferimento forzoso in altra abitazione di 566 persone.

Più avanti faremo seguire, come di consueto, ampio reportage di tutto l’evento, al quale vi invitiamo a partecipare numerosi: la varietà e l’esperienza dei relatori presenti è certamente in grado di accontentare anche i palati più esigenti

Strigarium 2019

Di |Eventi|

20 marzo 2019

L’Associazione Culturale La Gufaia Aldilà del Cancello presenta la X edizione di Strigarium, che si terrà nei giorni 3/4/5 maggio 2019 presso la località Bersaglio, via Nazionale 16 a Costa Volpino (BG). Il programma prevede come di consueto conferenze, seminari, concerti live, spettacoli, laboratori per bambini, il tutto contornato dal suggestivo e immancabile mercatino tematico ed area street food, dove rilassarsi con ottima birra e golose prelibatezze in riva al lago.
L’ingresso è gratuito.
xxx

locandina

La locandina

xxx

 programma

Il programma

xxx

 All’evento interverrà anche Lucia Bellizia con una conferenza dal titolo l’Astrologia come Ars: storia e metodi, della quale presentiamo di seguito l’abstract:

“L’astrologia appartiene alla mantica induttiva, categoria della divinazione che si fonda sull’interpretazione di segni obiettivi – in questo caso gli astri – e richiede la conoscenza di una vera e propria scienza divinatoria da parte dell’interprete; i documenti cuneiformi in nostro possesso attestano che essa nacque in Mesopotamia, la fertile terra “tra i due fiumi”, il Tigri ad oriente e l’Eufrate ad occidente. La regione, che i Greci chiamavano Caldea, fu riconosciuta fin dall’antichità come la patria di questa ars, tanto che il termine “caldeo” divenne sinonimo di “astrologo”. La definizione migliore di cosa si debba intendere con la parola astrologia può esser letta nell’incipit della Tetrábiblos di Claudio Tolemeo, il più celebre degli astrologi, secondo il quale essa è un metodo predittivo che si articola su due dottrine: la scienza dei moti degli astri e quella dei giudizi che si possono trarre dalla loro osservazione. Gli eventi futuri divengono manifesti a chi, dopo essersi applicato alla comprensione matematica dei fenomeni celesti, ne studi gli influssi sul mondo sensibile. Non a caso l’antico astrologo era detto mathematikós, colui che conosce la matematica e la geometria, senza le quali non potrebbe esservi astronomia, ed apotelesmatikós, colui che conosce gli apotelésmata e cioè quel che giunge a compimento, gli influssi degli astri.”

Si tratta di una nuova esperienza, della quale vi racconteremo al ritorno ogni cosa!

 xxx

I nostri prossimi appuntamenti

Di |Eventi|

2 febbraio 2019

Cari soci, cari lettori,

diamo qui di seguito notizia dei prossimi eventi ai quali il nostro Presidente parteciperà in rappresentanza di Apotélesma, la cui attività, ci piace ricordare, si propone come da oggetto societario di:

–    divulgare la corretta conoscenza e lo studio rigoroso dell’arte astrologica, delle sue basi astronomiche, filosofiche, storiche e culturali in genere;
–    combattere gli equivoci, l’approccio superficiale e disinformato, le mistificazioni, le falsificazioni di ogni tipo, le speculazioni commerciali e finanziarie di cui essa è oggetto;
–    favorire, in Italia e all’estero, i contatti, la collaborazione, lo scambio di dati e conoscenze tra gli studiosi di astrologia, e tra questi e gli studiosi di altre scienze o discipline.

Venerdì 8 febbraio nella Sala dei Chierici della Biblioteca Berio di Genova (che in passato ha ospitato anche alcuni dei nostri annuali Convegni) si terrà la quarta “Giornale mondiale del greco”, un evento pubblico, organizzato da Centrum Latinitatis Europae e che in quest’occasione ha quale tema conduttore “Il viaggio delle idee dalla Grecia antica all’attualità“. Lucia Bellizia interverrà con una conferenza dal titolo: Un astronomo di lingua greca le cui opere hanno sfidato il tempo: Claudio Tolemeo, conferenza nella quale, dopo un breve excursus sull’astronomia greca precedente, traccerà un profilo di Claudio Tolemeo, che fu astronomo ma non solo: esponente della famosa scuola alessandrina, scienziato dai molteplici interessi, spaziò in vari settori del sapere umano. Scrisse infatti anche trattati di geografia, musica, ottica, filosofia, astrologia ed astro-meteorologia, ponendosi come incontrastata autorità nei secoli successivi, tanto da essere definito θειότατος καἰ σοφώτατος, più che divino e sapientissimo.

giornata-mondiale-del-greco

La locandina

A seguire, ospiti della piattaforma del Salotto astrologico di Astrolabs (https://astrolabs.it/), una conversazione sul tema della divinazione. Si tratta di un argomento che il nostro Presidente si riprometteva di trattare da molto e che affronterà ovviamente con gli strumenti che le vengono dai suoi studi classici. E’ la divinazione, come noto, la (pretesa) arte di conoscere il futuro mediante simboli e segni esterni o mediante manifestazioni dirette della divinità. Essa risponde ad una delle esigenze psicologiche da sempre proprie dell’essere umano: dissipare la paura che un evento accada o dar corpo al contrario alla speranza che esso accada. L’antichità classica (Cicerone, De divinatione, I, 6, 11; II, 11, 26) divide la divinazione o mantica in due grandi categorie: mantica induttiva e mantica intuitiva. La prima (μαντική ἔντεχνος o τεχνική, lat. divinatio artificiosa) si fonda sull’interpretazione di segni obiettivi e richiede la conoscenza di una vera e propria scienza divinatoria da parte dell’interprete; la seconda (μαντική ἄτεχνος o ἀδίδακτος, lat. divinatio naturalis) trae fondamento dall’ispirazione diretta da parte della divinità o d’altra figura sacrale di cui il profeta o il veggente si fa tramite ed interprete. La mantica induttiva si basa sul materiale più disparato: i fenomeni celesti e meteorici, il comportamento di singole specie animali o la forma delle viscere di alcuni di loro, le nascite mostruose di animali o uomini, i segni speciali delle mani o di altre parti del corpo etc. La mantica intuitiva comprende invece tutte quelle forme di divinazione, nelle quali la visione profetica si realizza senza il tramite di segni e su piani di coscienza diversi da quello della veglia (dal sonno al furore estatico).  Chi volesse accedere all’evento può collegarsi al sito: https://global.gotomeeting.com/join/137282333.

vvv

la-divinazione

L’annuncio
vvv

In aprile poi una conferenza davvero interessante e soprattutto impegnativa! Nell’ambito del Convegno organizzato a Münchingen (nel distretto di Stuttgart) da Anne C. Schneider & Gerhard Lukert, Lucia Bellizia parlerà del tema dell’Unità di Italia. Ecco il titolo: Die Einigung Italiens: ein langer und beschwerlicher Prozess. Questo l’abstract: Für den Geschichtsforscher ist es eine schwere Aufgabe festzustellen, wann ein Volk zu einer Nation wird: Der Prozess der Einigung durchläuft notgedrungen mehrere Stufen, und die offiziellen Daten sind oft eher ein Schlusspunkt als ein Anfang. Kann die Mundanastrologie helfen, die richtigen Daten zu finden? Per i non tedescofoni: L’unità d’Italia: un processo lungo e faticoso. Come ogni storico sa, non è semplice stabilire quando un popolo diviene Nazione… e così è stato per la nostra. Un processo del genere attraversa più di una tappa e le date ufficiali costituiscono spesso più che una data di partenza, quella di arrivo. Un processo che, oseremmo dire, non è forse neanche terminato. Ma tornando alla conferenza, si tratta di temi di evento, esaminando i quali si spera di mettere qualche punto fermo… una bella sfida! Ma occorre provarci, ist es nicht wahr?

invito-stuttgart

Die Tagung

Vi terremo aggiornati, come sempre, su come si saranno svolti questi eventi!

L’eclissi di luna del 21 gennaio 2019

Di |Eventi|

20 gennaio 2019

Oggi pomeriggio la nostra Associazione ha dato inizio alle attività previste per il 2019 con una conferenza su due eventi, che hanno interessato i nostri cieli:

* il passaggio della cometa 46P/Wirtanen nel dicembre dello scorso anno
* l’eclissi totale di luna, che avrà luogo domani 21 gennaio, alle ore 5:16 TU.

Questo l’invito:

invito-21-gennaio-2019-eclissi

bbb

Il Presidente Lucia Bellizia ha iniziato illustrando l’opinione che in Occidente dominò sulle comete e sulle eclissi: oggetto di osservazioni dai tempi più remoti, non mancarono di generare apprensione nell’immaginario collettivo, in quanto turbativa dell’ordine immutabile e perfetta del cielo, e vennero salutate quindi come ambasciatrici di cambiamenti negativi; ha proseguito poi con le motivazioni astronomiche, che ne sono radice e sui giudizi che da esse si possono trarre in astrologia cattolica.
Presenti alcune delle nostre socie e dei nostri soci, ben lieti di ritrovarsi e di commentare insieme. Alla prossima e …. lunga vita ad Apotélesma!

xxx

gruppo
Una bella foto di gruppo

 

Di ritorno dal Convegno del 20 e 21 ottobre 2018

Di |Eventi|

22 ottobre 2018

Ha avuto luogo nei giorni 20 e 21 ottobre, nella suggestiva cornice di Palazzo Tagliaferro ad Andora, il Convegno dal titolo La più utopica delle utopie: il Paese di cuccagna, organizzato dall’AISPES Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico, in collaborazione con C E Contemporary Milano, la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova ed il Comune di Andora. Il Convegno aveva valore di corso d’aggiornamento per gli insegnanti di ogni ordine e grado; la partecipazione permetteva inoltre agli studenti delle Facoltà dell’Ateneo genovese di acquisire un credito formativo.

L’evento, come era possibile vedere dal programma, ha visto la partecipazione di numerosi studiosi, che si sono alternati al microfono sul tema di un’età dell’oro, in cui c’era abbondanza di ogni cosa e ciascuno poteva fruirne gratuitamente e senza problemi, in cui non occorreva lavorare o affaticarsi: il mitico Paese della Cuccagna insomma, la cui esistenza fu ipotizzata dalla più remota antichità. Ha portato un proprio contributo anche il nostro Presidente, Lucia Bellizia, con un saggio intitolato Luciano di Samosata: La storia vera. Non si trattava questa volta di una relazione sulle tecniche astrologiche antiche o sulla storia del pensiero umano, bensì del contenuto di uno dei più fantasiosi romanzi della letteratura greca, in cui vengono narrate le mirabolanti avventure di un gruppo di persone, che, capitanate dall’autore, decidono di attraversare le Colonne d’Ercole, fino a giungere sulla Luna e si imbattono ad un certo punto anche in un mare di latte e in un’isola di formaggio. E poi anche nella mitica Terra dei Beati, ove regna in una città cinta da smeraldi, il mitico Radamanto, legislatore sapientissimo e modello di giustizia.

vvv

altra-foto-dinsieme

Una bella foto d’insieme
Al centro, tra alcuni dei relatori, Lucia Bellizia

 

Agli organizzatori va il nostro vivo ringraziamento, sia per il tema proposto ovvero le radici e la persistenza nell’immaginario collettivo di un topos così suggestivo, che per la conduzione, sempre impeccabile, dell’evento!

20 e 21 ottobre 2018 – La più utopica delle utopie: Il Paese di Cuccagna

Di |Eventi|

11 ottobre 2018

Nella suggestiva cornice di Palazzo Tagliaferro ad Andora avrà luogo, nei giorni 20 e 21 ottobre, il Convegno dal titolo La più utopica delle utopie: il Paese di cuccagna, organizzato dall’AISPES Associazione Internazionale per lo Studio del Pensiero Esoterico e Simbolico, in collaborazione con C E Contemporary Milano, la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Genova ed il Comune di Andora. Il Convegno ha valore di corso d’aggiornamento per gli insegnanti di ogni ordine e grado; la partecipazione permette inoltre agli studenti delle Facoltà dell’Ateneo genovese di acquisire un credito formativo.

vvv

utopia-2

utopia-1

La locandina del Convegno

vvv

L’evento, come è possibile vedere dal programma, vedrà la partecipazione di numerosi studiosi, che si alterneranno al microfono sul tema di un’età dell’oro, in cui c’era abbondanza di ogni cosa e ciascuno poteva fruirne gratuitamente e senza problemi, in cui non occorreva lavorare o affaticarsi: il mitico Paese della Cuccagna insomma, la cui esistenza fu ipotizzata dalla più remota antichità. Porterà un proprio contributo anche il nostro Presidente, Lucia Bellizia, con un saggio intitolato Luciano di Samosata: La storia vera. Non si tratta questa volta di una relazione sulle tecniche astrologiche antiche o sulla storia del pensiero umano, bensì del contenuto di uno dei più fantasiosi romanzi della letteratura greca, in cui vengono narrate le mirabolanti avventure di un gruppo di persone, che, capitanate dall’autore, decidono di attraversare le Colonne d’Ercole, fino a giungere sulla Luna e si imbattono ad un certo punto anche in un mare di latte e in un’isola di formaggio.

L’ingresso è libero.

Ecco come si è svolto il nostro XI Convegno

Di |Eventi|

7 ottobre 2018

Ha avuto luogo ieri sabato 6 ottobre l’XI Convegno della nostra Associazione, il cui programma avevamo a suo tempo annunciato e il cui titolo Il cielo sopra e dentro di noi invitava a riflettere sull’importanza che gli astri hanno ed hanno sempre avuto nella storia del pensiero dell’uomo, che ha affidato loro sogni, timori, speranze ed ha sempre confidato nel loro aiuto. Ne è scaturita una giornata ricca, in cui ognuno dei relatori ha portato il proprio sapere e condiviso le proprie esperienze: ad essi va il nostro ringraziamento, come pure al pubblico, che con la propria presenza ha fatto da cornice all’evento. Non mancavano in sala cioccolatini e fiori; la proiezione di un filmato e la presentazione di due libri hanno ulteriormente arricchito i contenuti dell’evento. Splendida la location: la sala Michelangelo del Bristol Palace Hotel, tutta stucchi e decori.

Ha dato inizio ai lavori, coadiuvata dalla socia Barbara Benazzi, il Presidente, Lucia Bellizia, che, dopo il saluto e il ringraziamento ai convenuti, ha, come di consueto, brevemente illustrato le finalità di Apotélesma: la divulgazione delle antiche tecniche e della storia dell’astrologia, storia che è componente di quella del pensiero umano.

Il primo a portare il proprio contributo è stato Giuseppe Muscolino, che ha presentato la figura di Porfirio: filosofo fenicio di lingua greca del III secolo dopo Cristo, seguace della dottrina neoplatonica ed allievo di Plotino, fu anche astrologo. Scrisse infatti un Commento sulla Tetrábiblos di Claudio Tolomeo ed introdusse un suo sistema di calcolo della domificazione dei temi natali.

A seguire Ida Li Vigni ha illustrato alcuni passi dell’Acerba di Cecco d’Ascoli, un trattato che l’autore, poeta, medico e astrologo/astronomo, lasciò incompiuto al V libro, a causa della sua morte sul rogo e nel quale discusse l’ordine dei cieli e la loro influenza, le eclissi, la natura dei fenomeni atmosferici, la virtù delle erbe e delle pietre. Cecco d’Ascoli (1269-1327) aderì totalmente alle teorie mediche del suo tempo, che appoggiavano sulla teoria umorale di Galeno, di volta in volta confrontata con la fisiologia aristotelica e con gli apporti dei dati forniti da una reale osservazione del paziente e sulla teoria astrologica.

Dopo una breve pausa caffè i lavori sono ripresi con la presentazione da parte della grafologa Marisa Paschero del libro Lo scarabocchio: un’opera piacevole nella quale viene spiegato come scarabocchiare sia la spia di particolari tratti della personalità e sia inoltre un utile metodo per combattere lo stress. Il pubblico ha mostrato di gradirlo molto, sia per i contenuti che per la grazia con la quale l’autrice li ha esposti.

Da aperitivo ha fatto poi, a mezzogiorno, Moreno Morani con una suggestiva relazione sulle denominazioni dei corpi celesti nelle varie lingue: termini che in astronomia, in astrologia e ovviamente anche nella vita di tutti i giorni vengono continuamente utilizzati – senza spesso comprenderne il reale significato e soprattutto le radici – hanno trovato la loro più corretta spiegazione.

Alla pausa pranzo, consumato tutti insieme nei dintorni dell’Hotel, è seguita la proiezione del video: Muhammed Bin Muwajid Elardhi, Globo celeste, Maragha 1279 in Adolph Drechsler. Assente purtroppo l’autore Felice Stoppa, storico dell’astronomia e cartografo celeste, trattenuto a casa da improvvisi impegni familiari. Seguiva poi Ezio Albrile con il suo saggio su gnosticismo e astrologia; al relatore va anche il merito di aver esposto in maniera brillante e talora scherzosa un argomento di difficile approccio: gli apporti astrologici e astromantici presenti nella letteratura gnostica.

Abbiamo poi ascoltato Laura Malinverni presentare la sua ultima fatica letteraria: I cento giorni del Duca, una pagina ancora ricca di misteri della nostra storia, che ha come protagonista Ludovico il Moro, duca di Milano, spodestato dall’esercito francese di Luigi XII e poi catturato ed avviato ad anni di prigionia. Un uomo al quale il fato, che egli costantemente interrogava mediante gli astrologi di corte,  sembrava aver dato tutto, salvo poi gettarlo nella rovina.

Ha chiuso poi i lavori Lucia Bellizia parlando della singolare tecnica che Teodoro, astrologo bizantino del XII secolo, aveva messo a punto e che gli permetteva di prevedere con precisione infallibile quale fazione avrebbe vinto le gare con le quadrighe nel circo. Ha mostrato poi come in qualche modo il suo dettato potrebbe essere applicato alle partite di calcio, che infiammano ora gli animi così come un tempo le predette gare e che portano con sé un analogo giro di scommesse.

vvv

le-quadrighe

Lucia Bellizia

Dopo il dibattito finale relatori e pubblico hanno preso congedo, dandosi appuntamento a prossimi eventi: l’Associazione organizza o partecipa infatti costantemente a conferenze, seminari e convegni.

tutti-insieme

Una bella foto di insieme con alcuni dei relatori e parte del pubblico

vvv

Tutta la giornata è stata filmata e a breve verranno immessi i video su Youtube; sono inoltre disponibili ancora alcune copie degli Atti.