­

Il punto della situazione

Di |Eventi|

16 novembre 2020

Cari Soci, cari lettori,

il 2020 non può dirsi certamente un anno fortunato: la prima ondata ed ora la seconda dell’epidemia, che dico! pandemia Covid-19 ha letteralmente trasformato la nostra vita! A questo vanno aggiunti i problemi di salute, che hanno tormentato me personalmente, costringendomi a letto per tre mesi e che sembrano ora in via di risoluzione. La vita di Apotélesma non poteva non risentirne: disdetto con grande dolore l’annuale Convegno della nostra Associazione, disdetta la partecipazione da parte mia a numerosi altri Convegni. Anche se il pericolo Coronavirus non sembra essere cessato, ci viene in aiuto la tecnologia e la possibilità di interagire da casa a mezzo computer. Quindi le riunioni con i Soci continueranno via Skype e da gennaio 2021 riprenderanno le lezioni di astrologia. Ho intenzione di preparare anche una serie di work-shop di 3 ore ognuno, per chi fosse interessato, come pure di riprendere a lavorare al mio secondo libro.  In buona sostanza la vita intellettuale, al contrario di quella sociale, non deve arrestarsi. A riprova di quanto affermo mi sono dedicata in questi giorni a tradurre e commentare il III capitolo del De iudiciis geniturarum di Girolamo Cardano. Il saggio porta il titolo Le proprietà delle stelle ed è leggibile sul nostro Sito. L’intero De iudiciis fu tradotto nel 2005 da Teresa Delia e commentato da Ornella Pompeo Faracovi in Come si interpretano gli oroscopi, Istituti Editoriali e poligrafici Internazionali, Pisa-Roma. Il lettore attento noterà che la mia traduzione differisce ed emenda in alcuni punti quella proposta da Teresa Delia; il passo viene inoltre integrato con numerosissime note, volte ad identificare le stelle citate dal Cardano e con l’esame delle altre geniture, cui si fa riferimento nel passo stesso.

Aggiungo altri due saggi, scritti prima di ammalarmi:

  • il primo dal titolo Brevi note sulla nascita dell’astrologia, nel quale tratteggiai brevemente la genesi di quest’ars millenaria;
  • il secondo dal titolo La natività di Armand du Plessis, nel quale esaminai e commentai la genitura del Duca di Richelieu e il suo decubito, così come presentati nelle loro opere da Morin de Villefrance, che lo conobbe personalmente, da Argoli e da Placido de Titi.
    Armand Jean du Plessis (Parigi, 9 settembre 1585 – 4 dicembre 1642.), Duca di Richelieu, creato Cardinale nel 1622 e principal ministre d’État (Primo Ministro di Francia) nel 1624, fu abilissimo diplomatico, uomo inflessibile nel perseguire i propri obiettivi politici, avido di potere e più potente del Re stesso, spietato con i nemici; ebbe tuttavia nella salute il proprio tallone d’Achille. Emicranie, ascessi, ritenzione d’urina, emorroidi e febbri intestinali (solo per citare alcune delle sue affezioni) non gli impedirono tuttavia né di coltivare gli studi né di dedicarsi alla gloria della Francia. Inviso alla nobiltà, scampò a ben cinque congiure volte a esautorarlo o a ucciderlo.
    Ci sia dunque di esempio nel dedicarci indefessamente agli studi, nonostante ogni possibile ostacolo, interno ed esterno.

Buona vita e avanti tutta!
Lucia Bellizia

Le proprietà delle stelle secondo il Cardano

Di |Stelle fisse|

Clicca qui e continua a leggere!

La natività di Armand du Plessis, Cardinale Richelieu

Di |Tecniche|

Clicca qui e continua a leggere!

Milù

Di |Eventi|

16 novembre 2020

E’ da un pò di tempo che non pubblichiamo più le foto dei gatti dei nostri Soci. Una bella abitudine che intendiamo ripristinare! Il Parco gatti della nostra Associazione può dunque contare anche su Milù, la felina della nostra Socia Antonella. Ve la presentiamo:

 

milu

 

La nostra Socia ce la descrive così: “E’ una principessa viziata curiosa ma allo stesso tempo un po’ timorosa. Con la maturità ha iniziato ad essere coccolona e a fare tante fusa, ma solo quando piace a lei!!! A proposito mangia solo Gourmet”

Benvenuta Milù!