­

Riguardo Lucia Bellizia

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Fino ad ora Lucia Bellizia ha creato 316 articoli del blog.

L’io, l’altro, gli altri nel dettato dell’astrologia classica

Clicca qui e continua a leggere

Tetrábiblos – Libro III, cap. 13: Delle infermità e delle malattie

Clicca qui e continua a leggere

Natale 2019

23 dicembre 2019

Cari soci, amici e simpatizzanti della nostra Associazione Culturale, cari lettori del nostro sito, vicini e lontani, buon Natale, buon Natale ovunque voi siate! Vi giunga da parte nostra un caldo augurio di buone feste e di cieli luminosi!
vvv

buon-natale-2019

Cronache decembrine

23 dicembre 2019

Un dicembre davvero ricco di appuntamenti questo per la nostra Associazione! Il 5 dicembre ci siamo ritrovati presso la Biblioteca Benzi di Genova Voltri per l’annunciata conferenza dal titolo L’uomo e il cielo: un legame antico. L’osservazione astronomica quale fondamento della pratica astrologica. Una chiacchierata di un paio di ore, che ha permesso a Lucia Bellizia, Presidente della nostra Associazione di parlare del legame che ha unito in passato e che unisce tuttora astrologia e astronomia e che aveva l’obiettivo di illustrare brevemente i fondamenti di una disciplina, che ha attraversato gli oceani del tempo ed occupato tanta parte della storia del pensiero umano.
Ecco una bella foto a conclusione dell’evento, che vede la relatrice insieme ad alcuni dei soci:

foto-finale

Che bello trovarsi tra amici!

Una settimana dopo, appuntamento alla Biblioteca Universitaria di Genova per la conferenza dal titolo Le 12 creature dello Zodiaco a tavola con il Sole. Relatore, insieme a Lucia Bellizia, Il prof. Manrico Murzi, noto poeta, scrittore, saggista, traduttore. Abbiamo voluto inserirci nelle celebrazioni e iniziative di carattere culturale per il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci con una conversazione su quello splendido dipinto che tutto il mondo invidia all’Italia: l’Ultima Cena, presentando una possibile interpretazione astrologica della figura del Cristo e dei dodici Apostoli.

::::…

al-tavolo-con-manrico

Manrico Murzi, Lucia Bellizia

pubblico-leonardo

Splendida la sala, folto il pubblico…..

Desideriamo con l’occasione ringraziare ancora una volta la Direttrice della Biblioteca Benzi e il Direttore della Biblioteca Universitaria per averci dato ospitalità e per aver sponsorizzato i due eventi, offrendo così una degna cornice ai nostri discorsi.

E per finire, sabato 21 dicembre 2019 a Bucarest, su invito della AAR Asociatia Astrologilor din Romania, il workshop dal titolo Despre dragoste si sufletul-pereche (Dell’amore e dell’anima gemella).  Argomento: l’amore, ovvero come giudicare le disposizioni d’amore e l’attitudine al matrimonio dell’uomo e della donna. Questo sentimento non passa mai di moda e già gli antichi astrologi si pronunziarono largamente sul come trarre giudizi su di esso. Un’esperienza piacevole, che ha permesso a Lucia Bellizia, che si trovava a Bucarest anche per festeggiare il proprio compleanno, di rivedere simpatizzanti ed amici e della quale ringraziamo in primo luogo Mihaela Dicu, Presidente onorario di AAR.

….

inizio-bucarest2019

Lucia Bellizia … prima di iniziare….

gruppo

…. e alla fine del workshop!

Ora non resta che attendere l’anno nuovo e con rinnovato slancio programmare nuove ricerche, nuove traduzioni, nuove lezioni, nuovi incontri!
Continuate a seguirci!

21 dicembre 2019: workshop a Bucarest.

27 novembre 2019

Sabato 21 dicembre 2019 Lucia Bellizia, il nostro Presidente, su invito della AAR Asociatia Astrologilor din Romania, terrà un workshop dal titolo Despre dragoste si sufletul-pereche (Dell’amore e dell’anima gemella). L’evento avrà luogo a Bucarest nella Sala Blănari dell’Hotel Hotel Cișmigiu, con orario 10.00 – 13.30.

vvv

locandina-bucarest

La locandina dell’evento
vvv

Argomento del workshop l’amore: si avvicina il Natale e il Christmas Spirit ha evidentemente fortemente influenzato organizzatori e pubblico, che hanno fortemente voluto si parlasse di questo sentimento, che tanta parte ha nella vita dell’uomo e che non era certo ignoto agli autori antichi! Non trascureremo dunque di citare il dettato di Tolemeo e di Doroteo, con l’aiuto naturalmente di numerosi esempi. Non dimentichiamo inoltre che Lucia Bellizia è socia onoraria dall’AAA, della quale è stata già ospite il 7 ottobre 2017, data in cui parlò invece delle stelle fisse: l’invito è stato quindi da lei accolto con particolare piacere, perché costituirà anche l’occasione di rivedere simpatizzanti ed amici.
Vi racconteremo ogni cosa!

Di ritorno da Varna

12 novembre 2019

Ha avuto luogo nei giorni 9, 10 e 11 novembre a Varna (Bulgaria) l’annunciata conferenza paneuropea, organizzata da Brigitte Strobele e Wolfgang Tomsits (Österreiche Astrologische Gesellschaft) in collaborazione con Filip Filipov e Rumen Kolev (Bŭlgarska astrologichna asotsiatsiya). Presentiamo con qualche parola la città sede dell’evento: Varna (Варна) è una città ad est della Bulgaria ed è uno dei porti più importanti del Mar Nero, prospero e industriale (cantieri navali, tessile, alimentare). Fu fondata col nome di Odessos nel 570 a.C. ca. dai colonizzatori di Mileto; ma la regione era già popolata sin dal II millennio a.C. dai Traci e ancor prima, della misteriosa “Cultura Varna”, che ci ha lasciato i gioielli d’oro più antichi del mondo: l’Oro di Varna è infatti il più antico tesoro aureo di cui si abbia diretta testimonianza, in quanto risalirebbe a un periodo compreso tra il 4600 e il 4200 avanti Cristo; è conservato nel Varnenski arheologicheski muzey, il Museo archeologico di Varna, una delle più importanti mete turistiche della Bulgaria. Ma Varna è soprattutto una città tranquilla, cordiale, nei giardini della quale gatti e cani dal mantello morbido si aggirano o dormono indisturbati, incessantemente accarezzati dai passanti.
vvv

oro-di-varna

La tomba 43 della necropoli di Varna, databile 4600 a. C.
con i gioielli in oro più antichi del mondo
vvv

Del Convegno dobbiamo lodare subito l’ottima organizzazione. Sala ampia e bene attrezzata, presenza di traduttori simultanei in tre lingue (inglese, tedesco, francese); relatori attenti al rispetto dei tempi; possibilità dopo ogni intervento di porre domande, frequenti break per gustare un caffè; il tutto sotto la solerte e costante la regia del chairman Filip Filipov, uno degli organizzatori. I lavori si sono svolti come da programma ed hanno riscosso il favore e l’applicazione del pubblico, veramente numeroso, come da tempo non avevamo modo di osservare ad un evento della specie. Numeroso e inoltre competente, a giudicare dalle domande poste ai relatori, che a loro volta vanno lodati per lo spessore degli interventi. Rimarchiamo inoltre che ognuna delle giornate si è conclusa con un ampio e lungo dibattito. Ai lavori ha partecipato anche Lucia Bellizia, che ha parlato della vita e delle opere, in particolare quelle astrologiche, del divino Tolemeo, autore senza il quale nessun discorso serio sulla storia dell’astrologia potrebbe mai principiare. La sua relazione, dal titolo Ὁ θεῖος Πτολεμαῖος (Le divin Ptolémée), è ora leggibile sul nostro sito.
Ecco qualche foto.
vvv

tra-il-pubblico

Lucia Bellizia (a destra) tra il pubblico….

vvv

con-tolemeo

… e qui sulle spalle di un gigante!

vvv

foto-di-gruppo-finale

Una bella foto di insieme: relatori, interpreti e parte del pubblico

vvv

Un’esperienza veramente stimolante e proficua, che ci sarà modo di ripetere l’anno prossimo: i relatori si sono dati infatti appuntamento a Vienna per la seconda edizione del Convegno!

Ὁ θεῖος Πτολεμαῖος (Le divin Ptolémée)

Clicca qui e continua a leggere!

La tecnica dello Zodiacal releasing illustrata da Tania Daniels

27 ottobre 2019

Diamo pubblicazione nella Sezione Articoli – Tecniche della relazione che Tania Daniels presentò al XII Convegno della nostra Associazione, che si è tenuto a Genova il 5 ottobre del corrente anno. Lo Zodiacal releasing è un metodo di indagine attribuito all’astrologo antiocheno Vettio Valente, il cui floruit va collocato nel II secolo e che fu autore dei nove libri delle Ἀνθολογίαι: si tratta di una tecnica di temporizzazione, che divide la vita in capitoli e paragrafi e aiuta ad identificare i momenti di cambiamento: prende le mosse dalle sorti Tyche (salute, incidenti, il corpo), Daimon (carriera, azioni) ed Eros (relazioni, matrimonio, amore), che vengono poste come ascendente.

vvv

tania-daniels

Tania Daniels presenta il proprio intervento in occasione del XII Convegno di Apotélesma

vvv

Vi auguriamo dunque buona lettura, certi che questa relazione non vi deluderà!

Lo Zodiacal releasing nel tema di Artemisia Gentileschi

Clicca qui e continua a leggere!

Luciano di Samosata: Elogio dell’Astrologia

23 settembre 2019

Qualche tempo fa, preparando la relazione per gli Atti del Convegno intitolato  La più utopica delle utopie: il Paese di cuccagna, Convegno che si tenne ad Andora il 20 e 21 ottobre del 2018 e nel quale avevo parlato della Storia vera di Luciano di Samosata, ho avuto occasione di rileggere la traduzione, che delle opere di questo autore pubblicò tra il 1861 e il 1862 Luigi Settembrini. Un’utile e proficua rilettura, che mi ha riservato una piccola sorpresa: un saggio dal titolo “Περὶ τῆς Ἀστρολογἰας” e cioè “Sull’astrologia”.
Qualche breve nota su Luciano, autore più che conosciuto:
xxx

luciano-di-samosata

Luciano di Samosata
Incisione di William Faithhorne
tratta da J. Dryden, The Works of Lucian, v. I,
London, Sam Briscoe, 1711

 

Nacque intorno al 120 a Samosata, capitale della Commagene di Siria. Dopo un vano tentativo di dedicarsi alla statuaria si diede allo studio della grammatica e della retorica, apprese perfettamente la lingua greca ed esercitò fino al 155 la professione di oratore itinerante, dall’Asia Minore all’estrema Gallia. Fu poi avvocato in Antiochia di Siria dal 155 al 158 e in seguito ambasciatore a Roma. In questo torno di tempo il suo spirito irrequieto lo portò ad abbandonare la retorica e ad avvicinarsi alla filosofia, senza tuttavia appoggiare mai nessuna corrente in particolare, pur provando maggiori simpatie per l’epicureismo e la scuola cinica (e al contrario una costante insofferenza per lo stoicismo). Tornò ad Antiochia dal 160 al 162, fu poi in Egitto dal 173 a 176 in veste di archistator praefecti Aegypti (una sorta di cancelliere) e dopo questo incarico, si stabilì ad Atene, dove morì dopo il 180. Imponente il corpus che ci è pervenuto sotto il suo nome: 80 opere – una decina delle quali spurie o gravemente sospette – che spaziano su generi ed argomenti assai diversi, ma sono caratterizzate tutte da una critica costante delle scuole ufficiali e delle opinioni comuni.

Quanto allo scritto sull’Astrologia, che riproduciamo in fotocopia, esso non andrebbe attribuita a Luciano secondo Settembrini, che fu professore di letteratura italiana nel 1860 presso l’Università di Bologna, presso quella di Napoli dal 1861 in avanti e che dell’Ateneo napoletano divenne poi anche Rettore. Si tratterebbe di opera spuria, in quanto scritta in dialetto ionico, al contrario delle rimanenti, che lo sono in puro dialetto attico; in essa inoltre troviamo un elogio dell’astrologia, che viene ritenuta a torto scienza bugiarda e inutile. Questo sembrò strano a Settembrini, in quanto Luciano era per sua stessa natura contrario ad ogni forma di fede o credo. Andrebbe quindi attribuita ad uno Pseudo-Luciano. Come che sia, siamo di fronte a una breve piacevole lettura, che mostra come l’ars avesse seguaci ed estimatori tra l’antichità di lingua greca.
xxx