­

E sia lieve anche a te il cammino……

Di |Eventi|

9 marzo 2018

Cara piccola Cece, dolce compagna di studi, sia lieve anche a te il cammino!
VVV

cece-nel-vecchio-cestino

Continuerai da lassù a studiare con me
VVV

Aspettami paziente al Ponte dell’Arcobaleno, Boncina amore.

14 marzo 2018: presentazione presso la Biblioteca Universitaria di Genova del trattato di Claudio Tolemeo sulle Apparizioni delle stelle inerranti

Di |Eventi|

26 febbraio 2018

Avrà luogo mercoledì 14 Marzo 2018 alle 17, presso la Biblioteca Universitaria di Genova, la presentazione del libro Claudius Ptolemaeus Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo (introduzione, traduzione e commento a cura di Lucia Bellizia, prefazione di Paolo Aldo Rossi, Savona, InSedicesimo, 2017). Introdurranno Claudio Bevegni  e Paolo Aldo Rossi, docenti presso l’Università degli Studi di Genova; interverrà la curatrice Lucia Bellizia.
L’ingresso è libero e gratuito.

 

locandina

Ecco l’invito

 

E questa è la splendida sala in cui avrà luogo l’evento:

VVV

biblioteca-universitaria-genova-sala-conferenze

Biblioteca Universitaria di Genova – Sala Conferenze
vvv

Giova ricordare che Claudio Tolemeo visse nel II secolo, l’età d’oro dell’Impero, nella quale fu portata a termine la fusione spirituale tra il mondo greco e quello latino. L’unione di letteratura, filosofia e civiltà greco-latina diede origine a quella che chiamiamo ancora oggi cultura classica. Un’epoca in cui trionfò il gusto per l’antico, in cui gli artisti cercarono di ricreare e migliorare quanto era stato prodotto in passato, in cui i filosofi rielaborarono e approfondirono le correnti ellenistiche, soprattutto lo stoicismo (che vide tra i suoi maggiori esponenti il liberto Epitteto e l’imperatore Marco Aurelio), in cui molti scrittori, a conferma di quest’opera di fusione in corso nell’Impero, ebbero i loro natali nelle province (Apuleio in Africa; Luciano in Mesopotamia; Elio Aristide in Asia Minore). Questa è la temperie in cui si formò ad Alessandria Claudio Tolomeo, che diede alla teoria geocentrica quella veste che avrebbe resistito fino al XVI sec.; in cui Galeno di Pergamo elaborò i suoi studi in campo medico. L’Accademia è dunque il luogo opportuno ed adatto, in cui ricordare il contributo dato dalle opere di questo grande scienziato del passato, all’evoluzione ed alla storia del pensiero umano. La relatrice e gli illustri docenti che introdurranno la presentazione vi attendono numerosi!

 

Biblioteca Universitaria di Genova   Tel. +39 010 254641
bu-ge.eventi@beniculturali.it
www.bibliotecauniversitaria.ge.it
‘vieni >> @lla tua biblioteca’

Seminario a Firenze sulle stelle inerranti

Di |Eventi|

19 febbraio 2018

Ieri, domenica 18 febbraio 2018, Lucia Bellizia ha tenuto presso la sede del CIDA (Centro Italiano Discipline Astrologiche) di Firenze un seminario dal titolo Il ruolo delle Stelle Fisse in Astrologia. L’invito era giunto molto gradito, in quanto si tratta di argomento assai caro alla relatrice, che lo ha approfondito fino a farne l’oggetto della propria tesi di laurea in Filologia greca. Come il cultore della materia ben sa, nella moderna astrologia è divenuto praticamente nullo l’uso delle stelle, che furono dai Greci chiamate inerranti, cioè prive di movimento, e tenute distinte da quelle che invece si muovono e che sono dette pianeti ovvero erranti. Al contrario nell’astrologia antica fu considerato importantissimo il loro concorso nel giudizio, sia nel comparto della cattolica (quella parte cioè dell’astrologia che rivolge la propria attenzione non agli eventi del singolo, bensì a quelli più generali, che coinvolgono intere città o popolazioni e quindi alla meteorologia, ma anche ai terremoti, alle inondazioni, ai raccolti, alla guerra e così via) che della genetliaca. Per quanto riguarda l’uso delle stelle fisse in quest’ultimo comparto, gli astrologi antichi notarono geniture di uomini insigni o molto ricchi nelle quali né i luminari né le benefiche erano angolari, anzi erano addirittura cadenti: e non si sarebbe potuto comprendere il perché di tanto bene, senza osservare che particolari stelle brillanti erano presenti agli angoli o in congiunzione con la Luna. Le stelle fisse esplicano dunque, un influsso sull’animo, sugli onori, sul corpo, sugli averi; agiscono poi oltre che secondo la natura planetaria loro assegnata, anche con una loro peculiare caratteristica, che è quella di provocare effetti improvvisi e veloci, imprevisti e grandi sia in positivo che in negativo. E’ quanto dichiara l’aforisma 29 del Centiloquium pseudo-tolemaico: “Gli astri inerranti arrecano fortune straordinarie e inaspettate, ma il più delle volte si concludono in infelicità a meno che i pianeti sostengano il loro successo”.

Di tutto questo ha parlato la relatrice (che è autrice della traduzione e del commento delle Fasi o Apparizioni delle stelle inerranti di Claudio Tolemeo, Casa Editrice InSedicesimo, 2017), soffermandosi in particolare sulle configurazioni e sull’effetto delle stelle fisse e sul giudizio che se ne può trarre in genetliaca e presentando a conclusione anche degli esempi. Ecco una bella immagine della giornata e del pubblico, che è d’obbligo ringraziare per essere stato partecipe ed attento:

nnn

firenze-2018

Cosa di più bello che parlare di stelle?
vvv

Un grazie anche alla Delegazione CIDA Firenze – Toscana (che ricordiamo ha sede presso lo Studio Elementi in Via Rosellini 10 50127 Firenze) e alla Delegata Nicoletta Zignani per la bella occasione e un caldo arrivederci a presto!

Una serata davvero ben riuscita

Di |Eventi|

25 gennaio 2018

Ieri sera, accettando un invito da parte dei Lions Club Genova Janua, Lucia Bellizia ha tenuto, nel salone delle feste del Ristorante Gran Gotto di Genova, una conferenza a scopo benefico: il ricavato è stato infatti infatti devoluto dagli organizzatori alla Fondazione Banca degli Occhi Lions Melvin Jones.
vvv

evento-lyons

L’invito ai Soci Lions

vvv

I Lions hanno infatti la conservazione della vista tra i propri obiettivi fondamentali sin dal 1925 e il loro lavoro in questo settore viene svolto ad ogni livello. Alcuni Clubs sponsorizzano autonomamente programmi di prevenzione e controllo utilizzando cliniche mobili; altri, in molte nazioni, finanziano campi di chirurgia oftalmica, nei quali vengono eseguiti gratuitamente interventi alla cataratta per tutti coloro che non possono permettersi questo tipo di cure mediche. Molti Clubs, infine, raccolgono occhiali da vista usati per distribuirli in altre nazioni più bisognose. Mettersi quindi a disposizione con una conferenza divulgativa dal titolo Un’arte ricca di fascino: l’astrologia è sembrato quantomeno doveroso.
La serata si è rivelata veramente ben riuscita, sia dal punto di vista culturale che conviviale. Dopo il rituale scambio di saluti e ringraziamenti la conferenza ha avuto inizio e l’astrologia è stata presentata sia dal punto di vista delle basi astronomiche che del passato ricco di anni e di fascino; è seguita poi un’illustrazione della sua utilità e delle sue possibili applicazioni, dal punto di vista della cattolica, della genetliaca e della catarchica (interpretazione di carte di evento). Impossibile ovviamente entrare nel dettaglio delle tecniche, ma il pubblico, numeroso e partecipe, ha seguito agevolmente l’esposizione (grazie anche agli esempi) e ha posto a conclusione davvero tante domande.
vvv

io-e-il-pubblico

Un momento della serata

 

E’ giunto poi il momento dell’ apericena: stuzzichini di varia foggia e sapore, risotto, bevande, alcoliche e non. L’atmosfera è divenuta ancora più calda e cordiale e sono continuate, tra un tocco di focaccia  e una frittellina salata (i tipici frisceu genovesi), le domande alla relatrice.

Insomma davvero una bella serata, che ha permesso di far conoscere meglio una disciplina, i cui contenuti sono troppo spesso fraintesi, di interagire con persone davvero piacevoli e soprattutto di raccogliere fondi per una buona causa. Un ringraziamento dunque alla Presidentessa del Club Janua, Dott.ssa Romoli, per questo gradito invito!

Il 2017: bilancio di un anno ricco di soddisfazioni per la nostra Associazione!

Di |Eventi|

31 dicembre 2017

Riandiamo con viva e vibrante soddisfazione all’anno 2017, che sta per concludersi e che ha visto la nostra Associazione protagonista dei numerosi eventi di spessore, di cui abbiamo dato ampi resoconti su questo sito: convegni, seminari, presentazioni. Si comincia il 7 ed 8 aprile all’Università di Genova con il Convegno promosso da Aispes, dal titolo Lo straniero/Lo sconosciuto. I diversi volti dell’alterità, seguito da quello organizzato da Grazia Mirti a Torino nelle giornate del 3 e 4 giugno, che aveva per argomento L’astrologia delle previsioni. A giugno l’uscita della traduzione e del commento, a cura di Lucia Bellizia, del trattato Le Apparizioni o Fasi delle stelle inerranti di Claudio Tolemeo: un avvenimento questo che si inserisce pienamente nel dettato statutario dell’Associazione, che vuole che venga approfondito lo studio della storia, dei principî e dei metodi dell’astrologia. Ricordiamo inoltre che quest’operetta non era stata prima d’ora né tradotta né tanto meno commentata in alcuna lingua moderna. Nei giorni 1 e 2 luglio ancora un Convegno: Le vie della conoscenza, che si è tenuto a Perugia e nel corso del quale l’organizzatrice, Nunzia Coppola Meskalila ha voluto premiare Lucia Bellizia con pergamena e medaglia per la sua ricerca e traduzione di testi antichi e rari.

Ancora una conferenza, sabato 8 luglio ad Andora, nell’ambito del Festival AG Noir, manifestazione letteraria organizzata nell’Anfiteatro dei Giardini di Palazzo Tagliaferro da C|E Contemporary e dall’Assessorato alla Cultura del Comune e giunta quest’anno alla sua terza edizione. Sempre ad Andora il 30 settembre e 1° ottobre la partecipazione al Convegno promosso da Aispes, dal titolo L’eclisse della ragione: la caccia alle “streghe” …. ma non finisce qui, altri importanti incontri ci attendevano: un seminario sulle stelle inerranti il 7 ottobre a Bucarest, su invito della AAR Asociatia Astrologilor din Romania e il 14 dello stesso mese qui a Genova il X Convegno della nostra Associazione, appuntamento divenuto ormai imprescindibile per i cultori dell’Astrologia antica!  A chiudere un periodo davvero intenso la conferenza del 31 ottobre a Trieste; la partecipazione, sabato 18 novembre, all’evento benefico Una mano dalle stelle e, momento veramente significativo, la presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo, di cui abbiamo più sopra parlato, il 30 novembre, al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna, su invito del Prof. Antonio Panaino.

Un anno davvero entusiasmante per questa nostra piccola Associazione, giunta al suo nono anno di vita e desiderosa ancora di continuare la propria opera di divulgazione dell’Astrologia antica. Tanti auguri dunque ai nostri soci, ai nostri simpatizzanti, ai nostri lettori … e a noi stessi di un felice e proficuo 2018.

vvv

anno-nuovo-rodari

 L’anno che verrà…. svelato da Gianni Rodari
vvv

E per chi volesse iniziare l’anno nuovo con qualche buona lettura, ecco due relazioni, Sirio l’ardente, Sirio la rossa e Mitologia astrale babilonese che furono presentate al X Convegno della nostra Associazione rispettivamente dal nostro Presidente Lucia Bellizia e dall’assiriologo Lorenzo Verderame.

Buon Anno!

Natale 2017

Di |Eventi|

25 dicembre 2017

Cari soci, amici e simpatizzanti della nostra Associazione Culturale, cari lettori del nostro sito, che le stelle ci guidino e …..

mmm

natale-2017

Ecco come si è svolta la presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna

Di |Eventi|

2 dicembre 2017

Ha avuto luogo il 30 novembre 2017, dalle h. 15 alle h. 18, nell’Aula 5 di Palazzo Corradini (Via Mariani 5, Ravenna), l’annunciata presentazione da parte di Antonio Panaino, Docente di Filologia Iranica e Alessandro Iannucci, Docente di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Bologna, del libro Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo di Claudio Tolemeo. E’ intervenuta la curatrice, Lucia Bellizia.

Un pomeriggio davvero ricco di spunti, cui ha dato inizio il prof. Iannucci, sottolineando come il libro contenga la prima traduzione in italiano del trattato di Tolemeo e come l’astronomo che lo compilò sia stato studioso a tutto tondo, pienamente partecipe della temperie culturale dell’Alessandria del II secolo.
vvv
iannucci-introduce

Lucia Bellizia e Alessandro Iannucci
ccc

Ha preso poi la parola il prof. Panaino, che nel lodare l’iniziativa di tradurre e commentare un testo rimasto da sempre negletto, ha lamentato come nella più parte delle Facoltà di Filologia greca si preferisca continuare battere vie già percorse, occupandosi nuovamente di opere già molte volte esaminate e si trascuri di affrontare manoscritti o trattati di diversa natura o contenuto (alchemico, astrologico o magico), che permetterebbero invece di comprendere meglio il pensiero e la cultura del popolo che ne fu autore. Opinione che condividiamo perfettamente!
xxx

panaino-introduce

Lucia Bellizia e Antonio Panaino
vvv

A seguire Lucia Bellizia ha illustrato al pubblico presente il contenuto del libro presentato, partendo dalla vita di Tolemeo e dalle opere di natura astronomica ed astrologica che egli scrisse, per finire con brevi cenni sull’argomento trattato nelle Fasi e cioè come prevedere il tempo servendosi della levata eliaca di 30 stelle di prima e seconda magnitudo. Al termine della sua esposizione il pubblico incuriosito le ha rivolto più di una domanda, soprattutto sull’astronomia di posizione i cui rudimenti è indispensabile conoscere per comprendere appieno l’assunto tolemaico.

Il grande maestro alessandrino ha dunque rimesso piede nel luogo che meglio gli si addice: l’Accademia, così come accadde nel luglio del 2016, in occasione della discussione a Genova della tesi di laurea in Filologia Greca da parte di Lucia Bellizia. Un grazie di cuore dunque al prof. Iannucci e al prof. Panaino per la disponibilità e l’accoglienza!

Presentazione delle Fasi di Claudio Tolemeo al Dipartimento dei Beni Culturali di Ravenna

Di |Eventi|

30 novembre 2017

Il 30 novembre 2017, dalle h. 15 alle h. 18,  nell’Aula 5 di Palazzo Corradini (Via Mariani 5, Ravenna), Antonio Panaino, Docente di Filologia Iranica e Alessandro Iannucci, Docente di Lingua e Letteratura Greca presso l’Università di Bologna presenteranno il libro Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo di Claudio Tolemeo.
Interverrà la curatrice, Lucia Bellizia.

copertina-2

Claudio Tolemeo
Apparizioni delle stelle inerranti e raccolta di indicazioni sui mutamenti del tempo
a cura di Lucia Bellizia,
Savona, InSedicesimo, 2017
vvv

Claudio Tolemeo, astronomo di lingua greca del II secolo, ha illustrato in questo trattato le fasi vere e apparenti delle stelle fisse e è si servito della levata e del tramonto eliaco di trenta di esse per stilare un calendario astro-meteorologico: consultandolo, è possibile sapere, giorno dopo giorno, come il tempo cambierà a cinque diverse latitudini. Nel libro è possibile leggere la traduzione completa in italiano del testo, arricchita da un ampio commento filologico, storico, astronomico e astrologico.

Diamo notizia dell’evento con grande piacere: Claudio Tolemeo viene ospitato in quest’occasione nella sede che meglio gli compete e cioè l’Accademia. Invitiamo dunque a raggiungerci soprattutto coloro che abitano in zona: Lucia Bellizia introdurrà innanzitutto la figura dell’autore del trattato e le altre opere che egli scrisse e che ci sono pervenute, per passare ad illustrare poi i principi base dell’astro-meteorologia e dell’uso delle stelle inerranti.

vpalazzo-corradini

Palazzo Corradini a Ravenna è Sede della
Scuola di Lettere e Beni Culturali dell’Università di Bologna

vvv

Qui il link dell’evento, del quale daremo a seguire ampio resoconto.

Una mano dalle stelle

Di |Eventi|

9 novembre 2017

Giunge quest’anno alla sua quarta edizione Una mano dalle stelle, iniziativa benefica, che si propone di raccogliere fondi a favore dei bambini meno fortunati: un team di astrologi offrirà la propria consulenza al pubblico in due pomeriggi di astro-solidarietà. Il ricavato della lettura dei temi natali andrà interamente devoluto in quest’occasione alla Lega del filo d’oro, Associazione che si impegna per abbattere la barriera dell’isolamento dei sordociechi. I consulti si terranno a Milano nei locali di Attila & Co, in Via Mario Pagano 6, sabato 18 e domenica 19 novembre 2018, dalle ore 14,30 alle ore 18 e 30. L’ingresso è libero e si richiede un’offerta minima di € 25.
nnn

una-mano-dalle-stelle-per-il-sitobbb
La locandina
bbb

Quest’anno porterà il proprio contributo all’iniziativa, sabato 18, anche Lucia Bellizia: chi volesse dunque il proprio tema natale redatto secondo le antiche tecniche e con l’inserimento delle stelle fisse, non ha che da venire a Milano quel pomeriggio! In alternativa potrà partecipare domenica 19 e comunque rivolgersi, in entrambi i giorni, ad un altro dei bravissimi astrologi che saranno presenti. Partecipano infatti alla IV edizione di Una mano dalle stelle anche (in ordine alfabetico): Renata Bettinaldi, Grazia Bordoni, Alessandro Broveglio, Antonio Capitani, Pina Cilli, Luciano Drusetta, Maddalena Geminiani, Federica Giannini, Davide Landi, Franca Mzzei, Orlando Miglionico, Valentina Minoglio, Thomas Molteni, Paolo Quagliarella, Luca Sartini, Cecilia Sicuteri, Stefano Vighi.

Tutti dovremmo sempre cogliere l’opportunità di essere vicini a chi la vita ha già tanto duramente sfavorito. Vi attendiamo numerosi!

Conferenza a Trieste il 28 ottobre 2017

Di |Eventi|

31 ottobre 2017

Sabato 28 ottobre, su invito di Lidia Callegari, delegata CIDA per il Friuli e Venezia Giulia, Lucia Bellizia ha tenuto una conferenza su Stelle e costellazioni, tema che le è molto caro ed al quale ha dedicato numerosi studi, articoli e di recente un intero libro. L’evento ha avuto luogo dalle ore 17 alle ore 19 e 30 ca. presso la libreria New Age in via Nordio, 4,
VVV

a-trieste

Sta per iniziare la conferenza!
nnn

Impeccabile l’organizzazione, attento e numeroso il pubblico, che a conclusione non ha fatto mancare domande di approfondimento e/o chiarimento. Decisamente un’esperienza gradevole, che ha permesso di rivedere vecchi amici e di fare nuove conoscenze, ma che non si è conclusa nella giornata di sabato. La domenica mattina infatti Lidia Callegari ha cortesemente fatto da Cicerone, mostrando le numerose bellezze della città. Il tour è iniziato con una visita alla Cattedrale di San Giusto, edificio del XIV secolo, la cui facciata è arricchita da un enorme rosone di pietra carsica e le cui absidi laterali recano splendidi mosaici di epoca anteriore, opera di maestranze veneziane e costantinopolitane.
XXX

san-giusto-trieste

La Cattedrale di San Giusto

trieste-san-giusto-abside-di-sinistra-e-destra

 Cattedrale di San Giusto
Abside sinistra, Vergine Theotokos in trono con Arcangeli e Apostoli
Abside destra, Cristo Pantokrator con Santi Giusto e Servolo
 vvv

A seguire, visita al Castello di Miramare, fatto costruire nel XIX secolo per volere di Massimiliano d’Asburgo-Lorena, arciduca d’Austria e imperatore del Messico, quale dimora da condividere con la moglie Carlotta del Belgio e abitato in un periodo successivo anche dal Duca Amedeo d’Aosta, che vi risiedette per circa sette anni e modificò alcune stanze secondo lo stile dell’epoca. Poiché Massimiliano d’Asburgo partì per cingere la corona imperiale del Messico e vi morì fucilato, Amedeo partì per l’Impero d’Etiopia di cui fu viceré e morì in prigionia, il castello ha ora la fama di essere funesto per chi ne fa la propria abitazione.
VVV

miramare

Il Castello di Miramare
vvv

lidia-io-e-il-vento

Lucia Bellizia, Lidia Callegari e …. il vento di Trieste
vvv

Impossibile vedere molto altro della città visto il poco tempo a disposizione: dopo un breve giro per il centro, è arrivato purtroppo il momento di separarsi e per Lucia Bellizia quello di ritornare a Genova. Che dire? Ecco un esempio di come trascorrere un week end culturale a tutto tondo: un grande grazie va a Lidia, per la sua accoglienza e per la sua disponibilità.